Il mistero della scomparsa di Sofiya: la donna aveva una doppia vita, che fine ha fatto?

Che Sofiya non avesse  raccontato tutto alle persone a lei care sulla sua vita, su quello che faceva quando si allontanava dalla sua casa, sembrava essere chiaro sin dall’inizio di questa vicenda quando diverse voci erano circolate. Voci che le forze dell’ordine conoscevano bene ma che non avevano fatto trapelare: Sofiya è scomparsa da più di un mese, il suo compagno è stato ritrovato morto in casa, si pensa a un suicidio ma tante sono le domande su questo misterioso caso, domande che iniziano da una semplice, “dov’è la donna”? Un vero giallo quello che arriva da Cornuda. Se ne torna a parlare anche a Chi l’ha visto con le importanti rivelazioni di un uomo che per primo avrebbe fatto la denuncia di scomparsa. Mettiamo ordine in questa vicenda.

LA VITA DI SOFIYA IN EMILIA ROMAGNA: DA 9 ANNI HA UNA RELAZIONE CON UN GEOLOGO- A parlare a Chi l’ha visto, per la prima volta, è l’uomo che è partito con la sua macchina dall’Emilia Romagna per arrivare in Veneto e fare la denuncia di scomparsa. Il geologo racconta che lui e Sofiya da 9 anni avevano una relazione. Non vivevano insieme, lui sapeva che lei e Pascal stavano da più tempo insieme, si parla di 17 anni, e anche se lei ne parlava come di suo cugino, al signore poco importava. L’uomo, che ha 70 anni, era interessato a Sofiya e viveva con lei un rapporto libero. Rivela di esser stato persino lui a darle i soldi per pagare la casa, per l’anticipo della sua casa. La donna poi aveva deciso di dare metà dell’abitazione a Pascal. Il geologo rivela che però era Sofiya a pagare tutto e lui non capiva i motivi della sua decisione. In ogni caso, il geologo spiega che aspettava Sofiya per vedersi, come tutti i fine settimana. Quando ha visto che non arrivava, non riuscendo a mettersi in contatto con lei, ha subito pensato, come rivela nell’intervista, che le fosse successo qualcosa. Prova a chiamare sul suo cellulare per un giorno intero ma poi decide di chiamare Pascal. L’uomo gli dice di non preoccuparsi, che avrebbe cercato la sua compagna con gli amici. Il geologo però non si fida e parte con la sua macchina per denunciare la scomparsa di Sofiya. Arrivato in caserma scopre che non era il solo ad avere una relazione con Sofiya, infatti, oltre a Pascal, c’era anche un dottore, con il quale la donna da qualche settimana si vedeva, aveva passato con lui ( secondo quello che è il racconto dei giornalisti di Chi l’ha visto) anche un fine settimana a Napoli. Il geologo allora parla con le amiche di Sofiya e capisce che la donna stava per mettere fine alla relazione con Pascal ma anche con lui perchè a quanto pare si era invaghita o forse persino innamorata, di questo dottore conosciuto da poco.

PASCAL SI E’ DAVVERO SUICIDATO, PERCHE’ NON HA DENUNCIATO LA SCOMPARSA DELLA SUA COMPAGNA? Un giallo nel giallo quello che riguarda la scomparsa della donna. INfatti, dopo una settimana dalla sua scomparsa, Pascal viene ritrovato morto in casa da sua madre e da sua sorella che, non sentendolo, si recano a casa sua. Pascal, in un primo momento, non aveva detto nulla ai suoi della scomparsa di Sofiya, poi, sentendo parlare di regali da fare per Natale, si era convinto a dire che la sua compagna era andata via. Sua sorella e sua madre hanno trovato Pascal in casa, ormai morto; al suo fianco dei bigliettini. Tutto lascerebbe quindi pensare a un suicidio ma i legali della famiglia vogliono che si cerchi in tutte le direzioni. Nella diretta di Chi l’ha visto, raccontano di mobili spostati, di cosa che non tornano. E fanno notare che forse, vista la doppia vita della donna, forse c’era qualcuno interessato alla morte di Pascal.

CHE FINE HA FATTO SOFIYA? La domanda ovviamente resta, se non è stato Pascal, il suo compagno, a farle del male e poi a togliersi la vita, chi potrebbe esser stato? Potrebbe esser stato un altro uomo che fa parte di questa vicenda? E se Sofiya si è allontanata volontariamente, perchè non torna a casa anche per scacciare le ombre sulle azioni di un uomo che è ormai morto? Sofiya avrebbe dovuto incontrare per cena, la sera della sua scomparsa, il dottore, il suo ultimo uomo. Il medico però ha ricevuto un messaggio, la donna si scusava e diceva di aver avuto un problema con una sua amica e disdiceva l’appuntamento. Secondo le amiche di Sofiya però quel messaggio non è stato mandato da lei. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.