iPhone e iPad ci spiano, addio privacy

Coccolavate i vostri nuovi gioiellini tecnologici come fossero dei tesori rari ma non sapevate che avevate una serpe in seno come si dice di solito! Scatta l’allarme provacy: iPhone e iPad ci spiano. Come? Hanno degli speciali programmi che registrano ogni singolo movimento dell’utente. Sapere dove siete stati 24 h su 24 non è mai stato così facile se avete con voi uno di questi due apparecchi prodotti dalla Apple. E pensare che ce li portiamo dietro orgogliosi di averli acquistati e li facciamo vedere a tutti come se fossero dei pezzi rari da collezione.

Ora la questione sembra essere grave perchè tutti quando si parla di privacy siamo molto esigenti e pretendiamo…Dove starebbe la vera colpa della Apple? Diciamo soprattutto nel fatto che non ha dato nessuna comunicazione di questo speciale dispositivo che carpisce ogni nostro movimento e segnala le coordinate geografiche. Altra cosa è che questi dati, secondo i ben informati, potrebbero essere acquisiti da tutti.

Diciamo che il problema della privacy sussiste e non sussiste. Nel senso…E’ vero che a nessuno piace che gli altri possano sapere con precisione quello che ha fatto in tutta la giornata ma è pur vero che se non si ha nulla da nascondere la questione non è poi così grave.

La cosa diventa un tantino più complicat ase invece non vogliamo che si sappia dove trascorriamo il nostro tempo. Se siamo dei piccoli Pinocchio in questa valle di lacrime e gli scheletri nell’armadio non ci mancano allora ecco che la questione inizia a complicarsi…Tradimenti, bugie, falsità mettiamoli di parte se nella nostra borsa o nella nostra ventiquattro ore abbiamo un bell’ iPad 3G oppure un buovissimo iPhone 4.

One response to “iPhone e iPad ci spiano, addio privacy

  1. non credo l’unica preoccupazione sia data dalla nostra condotta, immaginate: se fossero tutti bravi e buoni, (obbedienti a tutto il sistema educativo,legislativo,finanziario ecc.)cioè corretti secondo la società, questi tutti possono comprarsi un iphone perchè tanto sono bravi… ma se analizziamo la questione, se approfondiamo il perchè, l’utilità di sapere dove siamo, cosa pensiamo, cosa facciamo, qualche dubbio del tutto umano sorge inevitabilmente, e chiunque non ha dubbi ed è assolutamente fidato di qualsiasi cosa facciano le grandi multinazionali, i governi, ecc. questi uomini ”fiduciosi” non sono altro che paragonabili ad animali poichè questi ultimi non posseggono l’auto coscienza, che porta con sè l’auto conoscenza, l’auto individualizzazione ma sopprattutto la capacità critica esteriorizzata, così come interiorizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.