PSN, surriscaldamento console e password: Sony torna in manutenzione

Brutto periodo per le console, le Ps3 sembrano incapaci di trovare pace e fornire all’utente finale il divertimento sperato.
Tutti conoscono la storia del Playstation Network –  PSN che dopo essere stato attaccato da un gruppo di hacker, è entrato in manutenzione per ben un mese.
Un trauma per molti giocatori, che da una parte devono temere per la propria carta di credito dove i soldi potrebbero uscire senza autorizzazione, e dell’altra non possono più sfogarsi in una sana competizione online.
Sta di fatto che circa 48 ore fa, Sony dopo aver acceso nuovamente il network e rilasciato un aggiornamento importante per tutte le console, si è vista costretta a spengere tutto, e porre nuovamente il cartello “lavori in corso”.
Pare, infatti, che la procedura del ripristino della propria password, non sia sicura, a ogni giocatore era chiesto tramite una procedura guidata al primo rientro il cambio della propria password.

Peccato che il sistema presenti un errore di progettazione grave, basta, infatti, conoscere la data di nascita e la password viene fuori in un attimo.
Senza poi dimenticarsi che l’aggiornamento 3.61 causerebbe un surriscaldamento alle console più vecchie e un improvviso spegnimento della stessa.
Se Sony lavora per ripristinare la piattaforma al 100%, anche Microsoft è entrata nella cronaca, pare, infatti, che dopo un aggiornamento software ritenuto necessario, le console più anziane non siano in grado di leggere i nuovi giochi, diventando di fatto incompatibili.
A dispetto della Sony, Microsoft ha risposto subito al problema, avvertendo che in caso il difetto si presentasse, la console sarà sostituita con la versione da 250gb e per il disturbo sarà regalato un anno di Xbox Live.

One response to “PSN, surriscaldamento console e password: Sony torna in manutenzione

  1. Questi vanno puniti, da parte mia venderò questo bidone con la speranza che altri utenti facciano la stessa cosa. Credo sia il prodotto videoludico più infelice di sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.