Daniele Mondello intercettato: “Viviana era malata, le sarà scoppiato il cuore”

Non me l’aspettavo una cosa così, che andava a finire così. Pensavo che lei se ne era scappata, perché si spaventava che gli prendevano il bambino, aveva la fissazione che gli prendevano questo bambino… e quindi non lo so boh… se ne è scappata?… che cazzo ne so… ora martedì vediamo nell’autopsia” queste sono alcune delle frasi che Daniele Mondello, il marito di Viviana Parisi ha detto pochi giorni dopo il ritrovamento del cadavere di sua moglie. Per diversi giorni il marito di Viviana e papà di Gioele, ha sostenuto che sua moglie stesse bene, che non avesse nessun motivo per compiere un gesto estremo e che di certo qualcuno le aveva fatto del male. Eppure, come si evince dalle intercettazioni che oggi l’Adnkronos ha pubblicato, Daniele sapeva che sua moglie non stava affatto bene. E ne parla da subito con gli amici, quando gli chiedono notizie. Sono le 21.42 del 9 agosto 2020, il giorno dopo il ritrovamento di Viviana. Quella sera, il marito della donna, Daniele Mondello, anche lui deejay, parla con un amico, Tonino. “Lei era malata, diceva sempre che mi sarebbe successo qualcosa a me e al bambino. A me e al bambino. Aveva sempre queste paure allucinanti, delle paure pazzesche“. Tutte cose che invece, di fronte alle telecamere, Daniele ha sempre minimizzato, dicendo che Viviana aveva avuto dei problemi ma che si era curata e che stava bene. E invece parlando con le persone che lo conoscevano dice: “Secondo me gli è scoppiato il cuore, gli è venuto un attacco cardiaco… troppo caldo, troppo…“. Quando invece a fare le domande erano i giornalisti sosteneva che certamente a sua moglie era successo qualcosa, che qualcuno l’aveva uccisa.

Daniele Mondello sapeva che sua moglie non stava bene

L’amico, Tonino, gli dice: «Sì, ma c’è qualcosa che non va, secondo me, dico…». E Daniele: «Sì, perché non si trova il bambino, quella è una cosa strana». E aggiunge: «Mi stanno massacrando, per quello che mi dicono… io non leggo niente». E l’amico: «Tipo che la colpa è tua. Ma che cazzo…». Il marito della donna replica: «Che cattiveria. Ma che ne sanno le persone di quello che ho passato io». «Non si è voluta fare aiutare, io ho fatto il possibile, ma…». Quando l’amico gli prospetta l’ipotesi che qualcuno possa avere preso il bambino, che poi verrà ritrovato solo il 19 agosto, Daniele dice: «A me sembra difficile, perché lei era malata, capito? Aveva questo problema qua, di persecuzione, hai capito? Si spaventava che…». «Le è venuto qualche attacco cardiaco e il bambino è rimasto là solo come un cane».

Sempre oggi l’Adnkronos ha pubblicato anche altre intercettazioni. Il marito di Viviana questa volta parla della possibilità di andare in tv. Per farlo non gli basta un gettone di presenza di poche centinaia di euro, vuole almeno 5000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.