Messaggi subliminali nei media, tipologie: immagini, video, pubblicitari, sonori

Qualche tempo fa vi avevamo parlato dei messaggi subliminali nei media. Essi potrebbero costituire infatti un potente strumento di manipolazione delle menti. I messaggi subliminali possono essere inseriti nei media secondo varie tipologie: Messaggi Subliminali con Immagini; Messaggi Subliminali Video – Films e Cinema; Messaggi Subliminali Video-Pubblicitari; Messaggi Subliminali Sonori; Messaggi Subliminali nella Musica; Messaggi Subliminali nei Testi Scritti. I messaggi subliminali possono quindi agire sulla mente delle persone grazie a supporti diversi. Vediamo nel dettaglio ogni tipologia.

Messaggi Subliminali con Immagini: Attraverso l’uso di immagini avviene spesso la maggiore diffusione dei messaggi subliminali. Solitamente si possono individuare, in una grande immagine, altre piccole immagini, che possono essere nascoste, capovolte, o trovarsi in particolari insignificanti. Nel 1992, la casa editrice americana Grand Press Valley pubblicò un libro scritto dall’ex Testimone di Geova Darek Barefoot, intitolato “I Testimoni di Geova e l’ora delle tenebre”. L’autore di quest’opera rivela di essersi già accorto all’inizio degli anni ’80 dell’inserimento, in molte illustrazioni contenute nelle diverse pubblicazioni diffuse dalla sètta (di cui a quel tempo faceva ancora parte), di strane immagini non percepibili a livello conscio, e quindi subliminali.

Messaggi Subliminali Video – Films e Cinema: E’ il sistema sicuramente più usato oggi. Può consistere nell’inserimento di alcuni fotogrammi, non percepibili all’occhio umano, con immagini soprattutto pubblicitarie. Un altro sistema è quello di inserire immagini nascoste nelle scene stesse, con scopi pubblicitari o messaggi ideologici, spesso satanici o sessuali. Molti sono i messaggi subliminali presenti nei film della Walt Disney. Ad esempio in una scena del film “Il re Leone”, sembra essere leggibile la parola “sex”; nel film “La Sirenetta”, in versione originale, sulla copertina e in due sequenze compaiono rappresentazioni di organi sessuali maschili; nel cartone animato “Le avventure di Bianca e Bernie”, si vede in una sequenza molto veloce una donna nuda con viso satanico alla finestra. Nel film “Fight Club” di David Fincher del 1999, viene fatto esplicito riferimento all’utilizzo di frame nascosti nelle scene delle pellicole cinematografiche, nel caso specifico è un hobby di Tyler Durden (Brad Pitt). Ed effettivamente alla fine del film viene inserito un fotogramma che rappresenta un organo riproduttivo maschile.

Messaggi Subliminali Video-Pubblicitari: Furono usati da agenzie pubblicitarie nei primi anni ’60 nei cinema statunitensi come flash pubblicitari di pochi secondi, anche privi di audio, a comparsa improvvisa all’interno del film, che erano seguiti dall’acquisto del prodotto proposto poco tempo dopo il termine della proiezione. La velocità dello spot sfugge alla rimozione e alla censura che la coscienza può esercitare in condizioni normali. Questo tipo di spot è stato poi vietato nei cinema. Tecnicamente è possibile che il video contenga “un film nel film”, una sequenza di colori e di audio che entrano nella sfera sensoriale e sfuggono all’interpretazione cosciente: un simile mezzo può essere utilizzato per imporre convinzioni politiche, comportamenti d’acquisto, forzando la volontà degli spettatori.

Messaggi Subliminali Sonori: È noto che l’orecchio e l’occhio umano sono in grado di percepire una determinata gamma di frequenze d’onda. Come qualunque gamma di valori, questo intervallo ammette un certo errore in eccesso e in difetto, sia all’estremo superiore che inferiore, in quanto non ha senso dare una misura senza una relativa dispersione. È altresì noto che tra la ricezione del segnale visivo o sonoro nell’organo e la sua rielaborazione cerebrale intercorra un tempo finito, seppure molto breve: anche in questo caso, non avrebbe senso postulare due azioni simultanee agenti a distanza. Combinando queste due considerazioni, può essere definita una gamma ristretta di frequenze d’onda e di tempo (sia audio che video) che sono percepite dall’organo, ma non interpretate dal cervello, presenti nell’Io come messaggi subliminali, ma estranei alla coscienza.

Messaggi Subliminali nella Musica: In questo ambito, gli studiosi del fenomeno, ritengono di aver trovato messaggi di varia natura: commerciale, promozionale, scherzosa ma anche di natura satanista e istigante al suicidio e all’omicidio. Queste ultimi tre sono i tipi di messaggi che più hanno attirato l’attenzione dei media e del pubblico e hanno reso oggetto di critica gruppi come Beatles, Queen, Led Zeppelin, Judas Priest, Eminem e altri. Ad esempio il brano “Better by You Better Than Me” portò i Judas Priest in tribunale con l’accusa di aver istigato due ragazzi al suicidio, dato che alcuni critici avvertirono nella registrazione la seguente esclamazione <<Do It! Do It!>> (<<Fallo! Fallo!>>). In realtà il fatto che la maggior parte di questi casi sia emerso con la tecnica del backmasking , ovvero ascoltando alla rovescia le registrazioni, rende del tutto inattendibile (e mai provato) che simili messaggi possano mai raggiungere la coscienza dell’ascoltatore e influenzarlo. Quindi, sebbene alcuni brani mostrino messaggi registrati volutamente, la maggior parte sono frutto di interpretazioni personali riconducibili a fenomeni di pareidolia (illusione subcosciente che tende a ricondurre a forme note oggetti o profili dalla forma casuale) acustica, che in ogni caso sarebbe difficile far ricadere nella categoria di “messaggi subliminali”.

Messaggi Subliminali nei Testi Scritti: In frasi, paragrafi o testi possono nascondersi dei messaggi rintracciabili ed evidenziabili solo leggendo la medesima frase al contrario, o solo le iniziali di ogni parola, oppure ancora le iniziali della riga.

Prossimamente vedremo nel dettaglio i messaggi subliminali presenti in cartoni animati, film, pubblicità, ecc.

Vedi anche:

Assunta De Rosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.