Il biscotto Oreo dà dipendenza come la cocaina

I risultati di una nuova ricerca hanno del clamoroso: il famoso biscotto Oreo dà la dipendenza come la cocaina. Ha compiuto i 100 anni lo scorso anno, ed è il biscotto più venduto nel ventesimo secolo con ben 500 miliardi di pezzi acquistati. Questa ultima ricerca potrebbe però spiegare il perché di tanto successo. Gli Oreo, i famosi biscotti americani con due strati circolari sovrapposti a base di cioccolato e crema di latte hanno fatto insorgere la polemica. Il biscotto Oreo stimola nel cervello gli stessi centri del piacere attivati dalla droga, e dà la stessa dipendenza della cocaina. Le conseguenze non sono le stesse di chi assume droga, ma ovviamente non sono molto positive.  I neuroscienziati del Connecticut College di New London, dopo una serie di test di laboratorio con i ratti, hanno fatto questa scoperta che ha dell’incredibile. Il team di scienziati, guidato dal ricercatore Joseph Schroeder, ha accertato che la reazione dei roditori era la stessa di quelli che avevano ricevuto una dose di cocaina. I topi erano poi messi all’interno di un labirinto che conduceva a due differenti destinazioni. In una vi era un tipo di cibo e nell’altra i famosi biscotti americani, e i topi, seguendone l’odore, andavano sempre verso di essi. Nel test successivo, invece di un altro cibo, c’era la cocaina: i topi talvolta andavano a degustare il biscotto Oreo, talvolta la droga. I cibi ricchi di grassi e di zuccheri stimolano il cervello nello stesso modo in cui lo fanno le droghe ha spiegato Schroeder, che presenterà il suo studio il prossimo mese a San Diego presso la Society for Neuroscience. Questo non solo spiega la difficoltà di rinunciare ai dolci, ma anche la crescente obesità, soprattutto nella società americana. Parte della colpa sta nel fruttosio, e gli scienziati stessi faranno studi ulteriori per accertare le loro scoperte.

One response to “Il biscotto Oreo dà dipendenza come la cocaina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.