Sassari, le occupano la casa: per protesta si incatena e fa sciopero della fame

Le occupano la casa e lei, per protesta, si incatena e fa lo sciopero della fame. È avvenuto a Sassari, dopo Deborah, partita per la Sicilia in cerca di lavoro, ha fatto ritorno nella sua città natale trovando una brutta sorpresa: la sua casa è stata occupata da 10 persone. Non sapendo dove andare e a chi rivolgersi, la donna ha inscenato una clamorosa protesta. Si incatena nei pressi della sua abitazione e attua lo sciopero della fame. Si incatena e non mangia più da giorni. La 40enne non solo non ha più una casa, ma è stata privata anche dei suoi effetti personali. La donna dorme al freddo e con i vestiti usati per andare in Sicilia.

I suoi sono stati ritrovati all’interno dei bidoni della spazzatura. Le occupano la casa ben 10 persone: sono adulti con dei bambini. E non se ne vogliono andare. La casa le era stata assegnata dal Comune di Sassari diversi anni fa: è un alloggio popolare. Da quando le hanno occupato la casa, la 40enne ha deciso di sdraiarsi nel cortile interno del suo palazzo e si è incatenata per protestare contro quella che ritiene un’ingiustizia. Non solo: lo scopo è anche quello di sensibilizzare le istituzioni alla questione e far intervenire prontamente chi di dovere senza attendere che la burocrazia faccia il suo (lungo) corso.

Sassari, bimba ingoia moneta: difficoltà nell’operazione – LEGGI QUI

Infatti, la donna ha già fatto una denuncia alla questura e alla Procura della Repubblica, ma prima che qualcuno si muova in suo favore, bisogna attendere un provvedimento del magistrato. Ecco le disperate parole di Deborah: ”Non mi muoverò da qui fino a quando non potrò riavere la mia casa. Non mangerò né berrò”. I suoi effetti personali sono stati fatti scomparire da una coinquilina ospitata dalla donna mentre quest’ultima si trovava in Sicilia. La aveva ospitata perché si trattava di una conoscente in difficoltà.

Sfonda auto carabinieri con un trattore: avviene a Sassari per vendetta – LEGGI QUI

La donna l’ha ripagata facendo entrare altre 9 persone e cambiando la serratura di casa. Non solo: appena ha provato a mandarli via, è stata aggredita. Insomma, le occupano la casa e la aggrediscono. Lei, per protesta, si incatena e fa lo sciopero della fame. La sua bontà non è stata ripagata a dovere.

Sassari, cacciatore muore dopo essere stato colpito da un amico – LEGGI QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.