Canada, l’emozione dei papà gay alla nascita del figlio: commuovono il mondo (FOTO)

Commuovono il mondo le immagini dell’emozione dei due papà gay durante la nascita del loro figlio, Milo. Arrivano direttamente dal Canada le foto di un’emozione bellissima: quella dei due neo papà, che hanno poi scritto: “Grazie a tutti quelli che hanno dedicato del tempo a commentare e condividere le nostra foto!”. Le foto sono state scattate dalla fotografa Lindsay Foster e pubblicate sulla sua pagina Facebook. Apprezzate talmente tanto da fare presto il giro del mondo. BJ Nelson e Frankie Barone sono diventati padri di Milo grazie a una mamma surrogata. Milo è nato il 27 giugno in Canada: nel giorno del World Pride di Toronto.

I papà gay hanno voluto mostrare pubblicamente la loro emozione e le immagini commuovono il mondo. “L’amore non ha colore, genere o preferenze sessuali: l’amore è incondizionato. Milo è circondato da amore incondizionato e crescerà sapendo che esistono diversi tipi di famiglie”. Questo le parole dei due neo genitori. La mamma surrogata ha prestato il suo utero, ma non ha donato l’ovulo. Si è detta comunque felice di aver aiutato una coppia di omosessuali a coronare il sogno di avere un figlio.

Vigevano, sacerdote ricattato: partecipava a festini gay – LEGGI QUI

Dal canto suo, la fotografa si è dichiarata onorata di aver potuto immortalare le loro emozioni durante il parto e si dice orgogliosa di loro. Sono stati premurosi con la mamma e si sono informati su come crescere un bambino. Sicuramente, al piccolo Milo non mancherà l’affetto. In Italia siamo ancora indietro con i diritti e la questione delle adozioni gay è ancora un tabù.

Barilla contro i gay – LEGGI QUI

Al nascituro occorre amore e tutti i mezzi per poter vivere felici. Cose che anche due papà o mamme gay possono donare. Dunque, dal Canada hanno fatto il giro del mondo le immagini dell’emozione di BJ Nelson e Frankie Barone, una coppia omosessuale che ha appena avuto un figlio. Le foto commuovono il mondo e sono arrivate anche in Italia. Qui sotto è possibile vedere gli scatti di Lindsay Foster.

4 responses to “Canada, l’emozione dei papà gay alla nascita del figlio: commuovono il mondo (FOTO)

  1. Io non ho alcun dubbio che questo bambino sarà amato profondamente dai suoi papà. E D’altra parte Milo amerà profondamente i suoi due papà. Tutti i bambini hanno un estremo bisogno dei loro genitori, anche i bambini che subiscono violenza in famiglia amano i loro aguzzini, al massimo incolpano se stessi per le violenze subite da chi li avrebbe dovuti amare. Dunque, due papà o un papà e una mamma sufficientemente buoni se la caveranno come tutti facciamo. Gli esseri umani sono speciali perché si adattano a tutto e modificano la realtà con la loro intelligenza e libertà. Quello che mi addolora profondamente è che non sono solo due adulti che faticano per ottenere ciò che vogliono, c’è un bambino messo al mondo con pratiche complesse e molto rischiose che vede lesi i suoi diritti alla incolumità fisica ( la fecondazione assistita si conclude con una percentuale bassissima di successo, cioè su 100 figli prodotti in provetta, solo 2, 3, 5 bambini nasceranno e solo 20 donne avranno un figlio dopo alcuni tentativi da ripetere: cioè quasi tutti gli embrioni che chi vuole un figlio chiama figlio da quando lo vede nella provetta muoiono lungo il cammino) e al suo diritto a una identità certa ( convenzione internazionale dei diritti dal bambino, gli uomini l’hanno scritta e gli stati ratificata dopo il 1987′ tanto c’è volo tu per scrivere che i bambini non sono proprietà dei genitori). Nonché, oltre ad affrontare i normali problemi legati alla crescita, deve contribuire alla causa omosessuale senza averlo scelto, ci si trova non perché gli sia capitata una disgrazia(tipo perdere un genitore e dover rielaborare la situazione) ma perché 2 adulti volevano un figlio.
    Comunque non preoccupatevi. Milo è un bambino. E’ speciale come tutti i bambini. Gli adulti non sono così: due adulti non hanno saputo accettare il problema della infertilità fisica connaturato alla loro relazione e fanno finta di partorire biologicamente un altro essere umano. Milo si adatterà a tutto pur di amare ed essere amato, si adatterà anche a risolvere i problemi che gli hanno causato i suoi genitore 1 e genitore 2 ( perché loro sono papà e io rischio di non potere più essere definita mamma?).

  2. Io non ho alcun dubbio che questo bambino sarà amato profondamente dai suoi papà. E D’altra parte Milo amerà profondamente i suoi due papà. Tutti i bambini hanno un estremo bisogno dei loro genitori, anche i bambini che subiscono violenza in famiglia amano i loro aguzzini, al massimo incolpano se stessi per le violenze subite da chi li avrebbe dovuti amare. Dunque, due papà o un papà e una mamma sufficientemente buoni se la caveranno come tutti facciamo. Gli esseri umani sono speciali perché si adattano a tutto e modificano la realtà con la loro intelligenza e libertà. Quello che mi addolora profondamente è che non sono solo due adulti che faticano per ottenere ciò che vogliono, c’è un bambino messo al mondo con pratiche complesse e molto rischiose che vede lesi i suoi diritti alla incolumità fisica ( la fecondazione assistita si conclude con una percentuale bassissima di successo, cioè su 100 figli prodotti in provetta, solo 2, 3, 5 bambini nasceranno e solo 20 !
    donne avranno un figlio dopo alcuni tentativi da ripetere: cioè quasi tutti gli embrioni che chi vuole un figlio chiama figlio da quando lo vede nella provetta muoiono lungo il cammino) e al suo diritto a una identità certa ( convenzione internazionale dei diritti dal bambino, gli uomini l’hanno scritta e gli stati ratificata dopo il 1987′ tanto c’è volo tu per scrivere che i bambini non sono proprietà dei genitori). Nonché, oltre ad affrontare i normali problemi legati alla crescita, deve contribuire alla causa omosessuale senza averlo scelto, ci si trova non perché gli sia capitata una disgrazia(tipo perdere un genitore e dover rielaborare la situazione) ma perché 2 adulti volevano un figlio.
    Comunque non preoccupatevi. Milo è un bambino. E’ speciale come tutti i bambini. Gli adulti non sono così: due adulti non hanno saputo accettare il problema della infertilità fisica connaturato alla loro relazione e fanno finta di partorire biologicamente un altro essere umano. Milo si adatterà a tutto pur di amare ed essere amato, si adatterà anche a risolvere i problemi che gli hanno causato i suoi genitore 1 e genitore 2 ( perché loro sono papà e io rischio di non potere più essere definita mamma?).

  3. Io non ho alcun dubbio che questo bambino sarà amato profondamente dai suoi papà. E D’altra parte Milo amerà profondamente i suoi due papà. Tutti i bambini hanno un estremo bisogno dei loro genitori, anche i bambini che subiscono violenza in famiglia amano i loro aguzzini, al massimo incolpano se stessi per le violenze subite da chi li avrebbe dovuti amare. Dunque, due papà o un papà e una mamma sufficientemente buoni se la caveranno come tutti facciamo. Gli esseri umani sono speciali perché si adattano a tutto e modificano la realtà con la loro intelligenza e libertà. Quello che mi addolora profondamente è che non sono solo due adulti che faticano per ottenere ciò che vogliono, c’è un bambino messo al mondo con pratiche complesse e molto rischiose che vede lesi i suoi diritti alla incolumità fisica ( la fecondazione assistita si conclude con una percentuale bassissima di successo, cioè su 100 figli prodotti in provetta, solo 2, 3, 5 bambini nasceranno e solo 20 !
    donne avranno un figlio dopo alcuni tentativi da ripetere: cioè quasi tutti gli embrioni che chi vuole un figlio chiama figlio da quando lo vede nella provetta muoiono lungo il cammino) e al suo diritto a una identità certa ( convenzione internazionale dei diritti dal bambino, gli uomini l’hanno scritta e gli stati ratificata dopo il 1987′ tanto c’è volo tu per scrivere che i bambini non sono proprietà dei genitori). Nonché, oltre ad affrontare i normali problemi legati alla crescita, deve contribuire alla causa omosessuale senza averlo scelto, ci si trova non perché gli sia capitata una disgrazia(tipo perdere un genitore e dover rielaborare la situazione) ma perché 2 adulti volevano un figlio.
    Comunque non preoccupatevi. Milo è un bambino. E’ speciale come tutti i bambini. Gli adulti non sono così: due adulti non hanno saputo accettare il problema della infertilità fisica connaturato alla loro relazione e fanno finta di partorire biologicamente un altro essere umano. Milo si adatterà a tutto pur di amare ed essere amato, si adatterà anche a risolvere i problemi che gli hanno causato i suoi genitore 1 e genitore 2 ( perché loro sono papà e io rischio di non potere più essere definita mamma?).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.