Ha abusato sessualmente del suo pitbull: condannato a cinque anni di carcere

Ha abusato sessualmente del suo cucciolo di pitbull per quasi un anno. Adesso è stato condannato a cinque anni di carcere. Non era proprio un amante degli animali James Bull. Il 62enne il cui cognome, tradotto in italiano, significa Toro, ha abusato sessualmente per quasi otto mesi del suo cucciolo di pitbull. Aveva infatti otto mesi l’animale quando le autorità locali hanno scoperto i maltrattamenti a cui il padrone sottoponeva il suo animale. La vicenda è avvenuta a Daytona Beach, in Florida. James Bull (in foto), 62 anni, è stato denunciato da un testimone. Quest’ultimo era riuscito a scoprire cosa l’uomo era solito fare al suo cane. Adesso, il 62enne è stato condannato a cinque anni di carcere. Il piccolo Coco è stato affidato a padroni che si prenderanno di cura in maniera senza dubbio migliore.

Fatta eccezione per i maltrattamenti di tipo sessuale, il piccolo veniva di rado nutrito. Spesso i vicini sentivano i guaiti del cane e hanno iniziato a insospettirsi. Un giorno, James Bull aveva messo la musica ad alto volume. Ma non era questo che ha fatto insospettire il vicino Dean Ray Gill. Infatti, nonostante la musica, si sentivano i guaiti del cucciolo. Ciò ha fatto pensare all’uomo che la musica fosse stata messa a tutto volume per coprire i rumori dell’animale. L’uomo ha voluto vederci chiaro e con la scusa della musica si è intrufolato nel giardino del vicino. Si è affacciato alla finestra e ha notato il padrone mentre abusava sessualmente del pitbull. Dean ha così avvertito la protezione animali.

Cucciolo di cane incontra il suo salvatore e gli fa le feste – LEGGI QUI

Il cucciolo era talmente denutrito che attraverso la pelle si vedevano le ossa della gabbia toracica. Coco adesso vive in un ricovero per animali. Qui gli hanno cambiato nome in Rose. Per il padrone invece è arrivata in questi giorni la sentenza: è stato condannato a cinque anni di carcere e il pubblico non ha potuto trattenere la sua gioia. Hanno battuto le mani quando è stata declamata la sentenza ufficiale. Ha abusato per quasi un anno del proprio cucciolo, ma per fortuna la storia si è conclusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.