Come difendersi dalle vespe

Proseguiamo con la carrellata poco piacevole ma molto utile degli insetti che con l’arrivo del caldo ci tormentano. Questa volta è il turno delle vespe e dei calabroni. Attenzione a non confondere le vespe con le api, ma detto questo come possiamo difenderci dalle vespe? Vederle avvicinarsi fa tremare, l’agitazione è inevitabile, come possiamo tenerle lontane senza utilizzare gli insetticidi tossici e dannosi per la salute? I rimedi esistono ma è soprattutto la prevenzione ad aiutarci in questo. Vediamo quali sostanze tengono lontane le vespe e come possiamo difenderci.

Quante volte ci hanno ripetuto di evitare di agitarci quando una vespa si avvicina o addirttura si posa sul di noi? Certo sappiamo bene che questi insetti attaccano e pungono solo per difesa ma l’autocontrollo in questo caso è difficile, soprattutto se si tratta di bambini, peggio ancora se il soggetto potrebbe essere allergico.

Per evitare che le vespe si avvicinino evitiamo di lasciare in giro sostanze zuccherine ma anche residui alimentari di vario genere. Ma evitiamo sia di molestarle che di ucciderle perché rischieremmo di chiamare i rinforzi. Non è una battuta: quando sono molestate o schiacciate liberano dei ferormoni, un segnale d’allarme che richiamerà altre vespe pronte a minacciarci.

Il pericolo reale è quando ci sono delle vere e proprie colonie stagionali, in questo caso sarebbe meglio richiedere l’intervento di personale specializzato.

Per evitare che le vespe entrino in casa ovviamente le zanzariere sono la nostra prima difesa, la seconda sempre l’evitare l’abbandono di sostanze orgniche in grado di attirarle.

I repellenti per le vespe sono canfora, naftalina e piretro, questi in pastiglie sono perfetti da sistemare negli spazi non raggiungibili, come cassonetti delle tapparelle, fessure comununicanti con l’esterno, cassette contatori, solai e tutti gli spazi dove le vespe nidificano. Sarebbe quindi opportuno controllare tutti questi posticini ancora prima dell’arrivo del caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.