Le banconote da 500 euro saranno tolte dalla circolazione molto presto

La BCE potrebbe decidere di togliere dalla circolazione le banconote da 500 euro, un addio annunciato già da qualche mese dal presidente Mario Draghi. La banconota da 500 euro, ritenuta sempre più uno strumento per attività illegali, perché “amata” dalla criminalità e da organizzazioni che sostengono il terrorismo potrebbe sparire definitivamente. Il Consiglio direttivo deciderà anche le modalità del ritiro della banconota, se cioè dichiarare la banconota viola fuori corso o smettere semplicemente di stamparla. La scelta della Bce, però, non è piaciuta alla Germania, tanto che il presidente della Bundesbank si è dichiarato apertamente contrario.

La verità è che i tedeschi comprano tantissimo ” in contanti “, dall’automobile usata alla lavatrice al televisore, chi è stato a Berlino o a Monaco anche solo un’ora, sa quant’è difficile pagare con la carta di credito. E per i più anziani, l’abolizione del pezzo da 500 euro sarà ancora più incomprensibile. Fino a quindici anni fa, quando c’era il marco, il taglio grosso era da mille, l’equivalente di un milione di vecchie lire. In Italia il massimo erano le banconote da 500mila, ma erano usate molto più raramente di quelle da mille marchi. E per capire l’amore per biglietti e monetine che affligge il popolo di Angela Merkel, è sufficiente pensare anche alla mania scoppiata di recente attorno alla prima moneta da cinque euro mai stampata nel mondo. L’hanno fabbricata ovviamente loro, e nonostante il nome inglese, “Planet Earth”, basta uno sguardo per capire che è molto tedesca. E’ infatti identica al vecchio “Heiermann”, alla moneta da cinque marchi. Anche questo è un aspetto che non bisogna dimenticarsi mai: l’unico simbolo di potere che la Germania si sia mai concessa nel Dopoguerra, dopo la tragedia del nazismo, è stato il marco. E se ne sono distaccati con enorme fatica. Vedremo come andrà’ a finire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.