Le star morte nel 2016 sulla copertina di Sgt. Pepper’s dei Beatles

Tutte le star morte nel 2016 nella copertina di Sgt. Pepper’s. E’ questa l’idea di Chris Barker, arte director inglese, che da mesi aggiorna un fotomontaggio della copertina di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, lo storico e indimenticabile album dei Beatles del 1967. L’art director ha sostituito i volti originali di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band con quelli di più di 40 celebrità scomparse nel 2016, o meglio, scomparse nel 2016, fino a questo momento. Gli attenti utenti dei social hanno trovato, tra i tanti volti presenti, anche quello di Lemmy Kilmister, il cantante dei Motorhead, scomparso però nel dicembre del 2015. Per omaggiare i morti illustri del 2016, Barker ha pensato di inserire i loro volti sulla copertina di Sgt. Pepper’s eseguendo un fotomontaggio a regola d’arte. Sono state davvero tantissime le celebrità, gli artisti e i venuti a mancare nel 2016. Tra i tanti volti, nel fotomontaggio della copertina di Sgt. Pepper’s dei Beatles, troviamo quello di Fidel Castro, scomparso lo scorso 25 novembre a L’Avana, Johan Cruijff, uno dei migliori calciatori della storia, vincitore di tre Palloni d’Oro divenuto poi allenatore di calcio, morto il 24 marzo 2016 e anche Mohammad Alì, scomparso il 3 giugno 2016 il pugile statunitense tra i maggiori e più apprezzati sportivi della storia. I volti dei personaggi illustri che si possono individuare nella copertina di Sgt. Pepper’s non sono finiti qui. Infatti osservando il fotomontaggio, possiamo trovare anche il viso di Prince, il cantautore, ballerino e produttore che ci ha lasciati lo scorso 21 aprile, quello di David Bowie, il cantautore e attore britannico morto il 10 gennaio 2016 e anche quello di Leonard Cohen, scomparso a Los Angeles il 7 novembre 2016. Il 2016 è stato anche l’anno in cui si è spento l’attore inglese Alan Rickman, famosissimo per aver interpretato il professor Piton, nella Saga di Harry Potter. Anche Rickman è nella copertina di Stg. Pepper’s. Infine, troviamo anche il volto di Zaha Hadid, l’architetta e designer irachena vincitrice di numerosissime competizioni internazionali scomparsa il 31 marzo 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.