Chi porta gli occhiali è più intelligente? La risposta dallo studio scozzese

chi porta gli occhiali è più intelligente degli altri

Uno studio scozzese ha confermato che chi porta gli occhiali è più intelligente degli altri. Scendendo nei dettagli, questa ricerca ha rivelato che coloro che possiedono un alto QI spesso hanno gli occhiali e conducono una vita più sana. Sembrerebbe uno scherzo, eppure non lo è. Stiamo parlando, infatti, di uno studio approfondito e molto serio. A rivelare questo risultato ci ha pensato l’University of Edinburgh attraverso la rivista scientifica prestigiosa Nature Communications. Tale ricerca ha portato diversi risultati interessanti. Vediamo insieme quali sono.

CHI PORTA GLI OCCHIALI È PIU’ INTELLIGENTE DEGLI ALTRI: UNO STUDIO MOLTO COMPLESSO CONFERMA QUESTA TEORIA

L’università scozzese è riuscita a dimostrare che le persone che portano gli occhiali sono più intelligenti. Si tratta di una ricerca complessa che poggia su basi genetiche dell’intelligenza e che spiega che c’è un legame tra occhiali e funzioni cognitive. Sembra proprio che le persone intelligenti abbiano il 30% di probabilità di essere portatori di occhiali. Tale studio è stato portato avanti da Gail Davies, statistico genetico. Il suo team ha raccolto informazioni su più di 300mila persone. I partecipanti hanno dovuto presentare campioni di sangue e tessuti per l’analisi del DNA. Dopo di che, hanno anche risposto a qualche questionario e si sono sottoposti a test ideati per misurare le capacità cognitive. Durante le analisi dei dati, gli esperti hanno trovato ben 148 regioni del genoma associate alle funzioni cognitive generali. In questo modo è stato possibile comprendere che coloro che hanno mostrato un’intelligenza maggiore ha anche il 28% in più di probabilità di aver bisogno di occhiali o lenti a contatto. È emerso anche un altro dato molto interessante: le persone più intelligenti hanno meno possibilità di soffrire di attacchi cardiaci o di ipertensione.

In realtà, si è sempre pensato che chi porta gli occhiali è più intelligente, poiché trascorre più tempo al computer e sui libri. Lo studio, però, ha voluto dimostrare che non esiste un reale rapporto di causa-effetto tra questi due fattori. Infatti, il legame esiste, invece, tra funzioni cognitive e occhiali. Sappiamo che ora i dati che sono emersi da questo studio saranno importanti per gli scienziati per scoprire altre novità sui meccanismi dell’intelligenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.