La donazione di Bonucci e la moglie contro il Coronavirus, hanno un motivo in più per farlo

In tanti stanno donando e Leonardo Bonucci e sua moglie Martina hanno contribuito lottando contro il Coronavirus con un contributo di 120mila euro (foto). Tanti i vip che hanno dato inizio a raccolte fondi per far fronte all’emergenza sanitaria, aiutare gli ospedali italiani in difficoltà. Il calciatore della Juventus è sceso in campo con la sua famiglia questa volta e ha deciso di sostenere la Città della Salute e di lottare con gli altri. Chi ne ha la possibilità dovrebbe donare ma non tutti lo fanno, altri restano nell’ombra ma renderlo noto a tutti è un bene, si invoglia magari gli altri a fare lo stesso. Bonucci ha un motivo in più, qualcosa che lo rende più sensibile ai problemi di salute, soprattutto quando coinvolgono i più piccoli. Nel 2016 ricordiamo tutti il tragico periodo attraversato da Leonardo e Martina Bonucci, uno dei loro figli era stato operato d’urgenza all’ospedale Regina Margherita. Oggi il piccolo sta bene ma quei giorni restano indelebili per ogni genitore.

LEONARDO BONUCCI HA DONATO 120 MILA EURO 

I fondi serviranno per l’acquisto di due ecografi portatili, uno dotato anche di sonde pediatriche, destinate alle rianimazioni della Città della Salute, per la valutazione al letto dei pazienti in terapia intensiva. Inoltre, con la donazione si potranno acquistare circa 50 maschere filtranti a circuito d’aria, riutilizzabili, con il materiale di ricambio per due mesi di lavoro.

“In questi giorni molto difficili per il nostro Servizio sanitario regionale è di conforto incontrare la solidarietà di tante persone che vogliono contribuire, in varia forma, al buon funzionamento della sanità. Ringrazio i coniugi Bonucci per la loro generosità e spero, ad emergenza finita, di poterli incontrare per una calorosa stretta di mano e un abbraccio, insieme a tutti gli altri benefattori” è il grazie di Luigi Icardi, assessore alla Sanità della Regione Piemonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.