Fabio Cannavaro dalla Cina, la sua quarantena è finita e dà speranza agli italiani


Fabio Cannavaro in Cina ha terminato la sua quarantena, mostra sui social il documento che gli consente di girare liberamente e racconta dove è andato e cosa ha fatto nel suo primo giorno di uscita. L’ex calciatore della nazionale infonde così coraggio agli italiani, dà a tutti la speranza che presto tutto sarà finito, anche se tutto procederà con la massima attenzione e cautela. Cannavaro è libero ma non del tutto, può uscire ma ci sono regole da seguire e sarà così per molto. Tutti indossano le mascherine e i guanti, ovunque viene misurata la temperatura ma è già andato in un centro commerciale, in banca e ha pranzato fuori. Tutti movimenti che fanno ben capire come la vita in Cina stia un po’ alla volta tornando alla normalità. Parole importanti, un messaggio che aiuta tutti pensando che presto anche noi termineremo la quarantena. Adesso però siamo nel pieno della battaglia e il post di Fabio Cannavaro non può che aiutarci a superare questo periodo.

FABIO CANNAVARO: “ERA COME UN FILM DELL’ORRORE

Per me è finita la quarantena. Questo è il documento che mi permette di girare per la Cina liberamente. Stamattina già sono stato al centro commerciale, ho fatto un giro in banca, sono andato a pranzo fuori” inizia così il suo video ma conferma che continuano le misure restrittive: “C’è ancora grande attenzione ovunque. Ovunque misurano la temperatura e tutti indossano mascherina e guanti”.

L’allenatore nei giorni scorsi aveva raccontato che in Cina era come un film dell’orrore, una città di 30 milioni di abitanti deserta. In Italia la situazione è difficile. Vedo gente per strada. E il problema sono gli ospedali, non ci sono letti per tutti… Avrebbero dovuto chiudere tutto” puntando il dito contro l’Europa. Intanto, anche lui prosegue la raccolta fondi per la croce rossa italiana.

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close