Giovanna Pancheri ancora positiva, la giornalista parla dei sintomi da non sottovalutare


La giornalista Sky Giovanna Pancheri è ancora positiva, dopo un mese sperava di potere comunicare la sua guarigione dal Coronavirus ma non è così. Sui social racconta della malattia, di quanto sia debilitante, conferma che l’isolamento è al momento l’unica salvezza, spiega i sintomi da non sottovalutare spiegando come si è resa conto di tutto. I sintomi del contagio per la Pancheri sono lievi, è fortunata ma sa che avere accanto un medico che monitora la situazione è fondamentale. E’ tornata dagli Stati Uniti un mese fa e i primi sintomi sono arrivati il 18-19 marzo poi il 23 ha fatto il primo tampone ed è arrivata la diagnosi, una sentenza, così l’ha avvertita. Sa di essere stata fortunata, i suoi sintomi lievi per quanto debilitanti non sono niente se confrontati con le drammatiche storie che conosciamo. 

LA GIORNALISTA SKY GIOVANNA PANCHERI RACCONTA I SINTOMI DEL CORONAVIRUS

Li ha vissuti sulla sua pelle e conferma che si tratta di sintomi che è impossibile non riconoscere, sono una spia importante e il primo è la perdita dell’olfatto. L’abbiamo sentito da molto e lei assicura che si capisce: “Se vi succede, lo capite. Non è qualcosa che si può confondere, vi assicuro che se avete questo sintomo lo capite. Non riuscivo a sentire nessun odore, non sentivo il bagnoschiuma sotto la doccia. a quel punto ho avvicinato il naso al limone, ad un arancio, infine all’alcool e, per quanto provassi ad odorare, non ci riuscivo”. E’ stato il campanello d’allarme grazie al quale ha salvato la sua famiglia.

“Quando sono tornata dagli Stati Uniti, l’isolamento non era obbligatorio. Ho deciso autonomamente di farlo e ho salvato la mia famiglia, è fondamentale rispettare queste regole. I miei familiari mi mettono pranzo e cena fuori dalla porta”. Lei è l’ennesimo che esempio che la malattia può andare ben oltre i 14 giorni.

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close