Il marito di Benedetta Rossi: “L’ho difesa dal branco”. E lei commenta: “La normalità spaventa”

Dopo il putiferio che si è scatenato sui social, in seguito alle offese ricevute da Benedetta Rossi, suo marito Marco, che ha risposto su Twitter agli haters, ha chiarito quanto accaduto. E lo ha fatto dalla pagina Instagram dell’amatissima foodblogger spiegando che loro non sapevano nulla di quello che sui social si era scatenato. “Usiamo poco Twitter” ha detto Marco che ha subito voluto precisare che a scrivere sui social non era Benedetta ma lui, per rispondere a quelli che lui e Benedetta definiscono dei veri e propri bulli. Ovviamente Benedetta approva quello che suo marito ha scritto per rispondere a questi odiatori.

Ci arrivavano segnalazioni di questo tizio, come possiamo definirlo un bullo” ha detto Marco spiegando perchè ha deciso di difendere sua moglie rispondendo per le rime.

QUI TUTTA LA VICENDA

IL MARITO DI BENEDETTA SPIEGA PERCHE’ HA RISPOSTO AL BULLO SU TWITTER

Marco spiega, nelle storie su Instagram, che avrebbe ignorato volentieri questa persona ma che ha scelto di rispondere perchè ha visto che sotto il suo post si era creato una sorta di “effetto branco” così lo ha definito e ha capito che doveva prendere una posizione. Ed è per questo che ha pensato di rispondere perchè non voleva che il branco avesse il sopravvento.

Sotto c’era di tutto, c’erano cose veramente squallide” ha detto il marito di Benedetta che si dice particolarmente [email protected] per questa vicenda. “La gente ha capito che non era Benedetta a scrivere visto che non dice mai parolacce” ha voluto precisare suo marito.

La cosa è diventata così virale tanto che questa persona ha reso privato il suo profilo. “Tipico leone da tastiera che prima fa lo spaccone e poi si nasconde” hanno detto Marco e Benedetta sui social. “La normalità spaventa” ha detto Benedetta che ha voluto chiudere con la sua opinione su questa situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.