Harry e William si sono riavvicinati, costretti a telefonarsi hanno sciolto la tensione (Foto)


Harry e William hanno vissuto distanti anche questo periodo di quarantena ma le videochiamate hanno coinvolto anche loro, come tante altre famiglie (foto). La preoccupazione per il coronavirus, le condizioni del padre e i compleanni dei rispettivi figli, tutti motivi per sentirsi, per fare quelle telefonate che forse si sarebbero perse nel tempo. Harry e William hanno fatto pace, hanno messo da parte i rancori, sono fratelli, hanno vissuto insieme tutto, anche il dolore più grande ma sono sempre stati molto diversi, come diverse sono le rispettive mogli, Meghan Markle e Kate Middleton. A riferire che i figli di Carlo e Diana si sono riconciliati è Katie Nicholl a Entertainment Tonight, lei è l’esperta di questioni reali e sembra che di recente abbia anche parlato con entrambi. Così come conferma che hanno avuto non pochi problemi dopo l’addio di Harry alla royal family, aggiunge che le tensioni si sono dissolte.

I COMPLEANNI DEI FIGLI E LE PREOCCUPAZIONI HANNO RIAVVICINATO I PRINCIPI D’INGHILTERRA

La Nicholl ha raccontato che William ed Harry di recente sono stati costretti a sentirsi più volte, a tornare in contatto, per gli auguri a Louis, a Charlotte e anche ad Archie ma non solo; Harry era molto preoccupato per le condizioni di salute di suo padre dopo il contagio. Era il momento per fare pace, per chiarire e comprendere, se non tutto almeno per andare avanti.

Questo riavvicinamento non significa che i Sussex torneranno sui loro passi, anzi sono sempre più convinti di avere fatto la scelta giusta, che a Los Angeles ci sia il loro mondo dove possono sentirsi liberi di vivere a modo loro. I rapporti sono quindi buoni ma anche perché restano tutti a distanza.

Sembra inoltre che Harry telefoni regolarmente anche a sua nonna, la regina Elisabetta. Magari quando sarà possibile li vedremo tutti di nuovo insieme, sorridenti come un tempo, anche solo per una breve vacanza. 

Leggi altri articoli di News dal mondo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close