Paola Perego ha paura per il figlio ancora in attesa di fare il tampone

Paola Perego è in ansia per suo figlio Riccardo Carnevale ancora in attesa di fare il tampone dopo ben 4 giorni dall’allarme. La paura che il figlio di Paola Perego possa essere positivo al coronavirus nasce dalla positività del collega romano Lorenzo Palazzi con cui il ragazzo ha lavorato in due serate in Sardegna­­. La conduttrice he ha parlato in un’intervista al Messaggero spiegando che il figlio era in fila per il tampone ma che è stato rispedito a casa, una vera odissea mentre sia lei che Lucio Presta si chiedono se questo interessi a qualcuno. Sono veri giorni di preoccupazione perché nonostante il dj 24enne oggi stia bene c’è ovviamente il timore che possa avere contagiato a sua volta altre persone. Si parla tanto di ragazzi irresponsabili sul tema coronavirus ma la Perego esplode e richiama l’attenzione su altro.

IL FIGLIO DI PAOLA PEREGO: “NON SAPPIAMO COME STA”

Il collega con cui Riccardo ha lavorato appena ha capito di stare male ha avvisato tutti e di seguito il figlio della conduttrice ha seguito il protocollo, ha chiesto di fare il tampone, ha avvisato gli altri. Non sa come sta suo figlio perché non ha sintomi, non sa se è positivo o meno. Stanco di attendere di essere chiamato dall’ospedale ieri si è recato al drive-in per fare la fila, erano le 14 ma alle 20 l’hanno rispedito a casa perché dovevano chiudere. Una situazione assurda.

“Fare ballare questi ragazzi tutti appiccicati e sudati non doveva essere permesso. Lui è andato lì per lavorare dopo un lungo lockdown. Adesso ci chiediamo se era davvero necessario riaprire le discoteche per richiuderle poco dopo. A che cosa è servito?” un ulteriore e comprensibile sfogo di Paola Perego mentre la famiglia è ancora in attesa di sapere come sta Riccardo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.