Simona Ventura si rivolge a tutti i genitori per i test sierologici ai figli


Anche Simona Ventura dice la sua sui test sierologici ai figli, ai ragazzi prima del rientro a scuola. Lei non ha dubbi che i suoi figli faranno il test prima di tornare in classe ma chiede a tutti i genitori di fare lo stesso e ovviamente anche ai docenti. Per Simona Ventura non c’è dubbio che il test sierologico dovrebbe essere obbligatorio per gli insegnanti ma purtroppo non è così e sembra che molti si rifiutino di farlo. La conduttrice esorta i docenti a farlo e i genitori ad essere attenti perché è necessario che non torni il lockdown. Attraverso l’Adnkronos la Ventura porta il suo contributo dopo tanti esempi negativi da parti dei personaggi famosi. Due dei suoi figli frequentano ancora la scuola e lei farà il suo dovere di madre attenta.

SIMONA VENTURA: “DOBBIAMO FARE DI TUTTO PER NON TORNARE AL LOCKDOWN”

Bisogna fare i test sierologici e qualunque cosa possa dare serenità e sicurezza ai nostri ragazzi – ha commentato la  Ventura – Bisogna fare di tutto per far rientrare gli studenti a scuola, la malattia vince nel momento in cui la paura ci sovrasta e non tentiamo di ricongiungerci. Non mi piace questo mondo di smartwork e questa solitudine dalla comunità”. Anche lei come tutti ha paura ma non solo per la salute dei ragazzi e dei più fragili ma anche per l’economia, per le persone che sono già in grave difficoltà.

Caterina ha 14 anni e Giacomo quasi 20: “Io gli ho fatto fare a entrambi il test sierologico e penso che lo dovrebbero far fare tutte le famiglie ai propri figli”.

“Fare il test sierologico è un dovere e per gli insegnanti dovrebbe essere obbligatorio. Questo permetterebbe di isolare i positivi a casa cercando di non infettare tutti gli altri. Perciò esorto i docenti a farlo” messaggi come questo sono certo più utili di molti altri.

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close