Claudia Gerini sempre con la pancia gonfia, ma era intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio è sempre più frequente e anche Claudia Gerini racconta i sintomi e la soluzione di quello che è un malessere moderno. La pancia gonfia dopo i pasti è un problema che riscontrano in molti e l’intollerenza al lattosio riscontrata da Claudia Gerini può magari essere di aiuto a chi soffre dello stesso disturbo. Non è solo la pancia gonfia, non è solo un problema estetico che salta fuori poco dopo avere mangiato, anche se si è mangiato poco. L’attrice lo racconta bene a Ok Salute, spiega anche che un esame del sangue ha messo fine ai suoi errori. Quindi, dieta e alcuni integratori le hanno restituito l’energia. Spesso a fine pasto aveva la pancia enorme, la pancia che lievitava come se avesse dentro un palloncino. Non era la quantità di cibo ingerito ma non riusciva a capire quale potesse essere l’alimento che scatenava tutto. Ha provato a fare da sola pensando di eliminare i lievitati, l’amata pizza, poi ha dovuto arrendersi e affidarsi a un esperto.

CLAUDIA GERINI INTOLLERANTE AL LATTOSIO FINALMENTE SI SENTE IN FORMA E IN SALUTE

Si è rivolta a un nutrizionista ma prima ha fatto da sola, una dieta che non le è servita. Non era solo gonfia ma aveva anche gastrite e senso di pesantezza allo stomaco. Chi ne soffre sa bene che diventa difficile essere sereni e con energia in queste condizioni.

“Ho prenotato una visita da un nutrizionista che, essendo anche un genetista, ha optato verso un test genetico per l’intolleranza al lattosio. L’esame, non invasivo e che consiste in un prelievo di sangue, ha analizzato l’andamento del gene che regola l’assorbimento dello zucchero del latte. È bastato un semplice prelievo per scoprire la causa di quel fastidioso gonfiore: forte intolleranza al lattosio”. Una intolleranza ereditata da sua madre ma per lei non è mai stato un grosso problema. 

E’ da un anno che segue una dieta che eviti il più possibile il lattosio e se mangia fuori e non riesce a farne a meno prende una pastiglia che l’aiuta a gestire l’assorbimento del lattosio. In questo modo riesce a stare bene, a tenere lontani i gonfiori alla pancia e il senso di pesantezza. Può mangiare provola e gorgonzola che sono privi di lattosio e sono anche i suoi formaggi preferiti, se li concede però sempre con attenzione.

E’ riuscita a rinunciare ai dolci e al mattino la sua colazione è salata con pane tostato, avocado o un uovo strapazzato. Di sera carboidrati perché li digerisce meglio, mentre a pranzo proteine per compensare. Inoltre assume alcun integratori come magnesio, papaya fermentata e vitamina C e ha così trovato di nuovo il suo benessere. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.