Samantha De Grenet ha avuto il Covid ma lo racconta solo adesso (Foto)

Samantha De Grenet lo racconta solo oggi che il tampone è negativo, parla del contagio, del Covid che chiama dannatissimo (foto). Nel suo post fa prevalere le emozioni, la paura vissuta in questo ultimo periodo. Samantha De Grenet non aveva dato nessun indizio, anche sul suo profilo social ha continuato a essere presente ma oggi che ha ricevuto l’ottima notizia può dirlo a tutti. Non voleva far preoccupare nessuno e chi la segue sa bene che è molto riservata, che prima o poi racconta tutto ma solo dopo che le cose si sono risolte. Così ha fatto anche questa volta e poco fa con un lungo post ha confidato ai suoi follower: “Ora ve lo posso dire!”. Una settimana fa ha festeggiato i suoi 50 anni in casa con marito e figlio ma era ovvio fossero soli, abitando in una zona rossa. C’era però ben altro che la De Grenet stava vivendo: “Ormai avete imparato un po’  a conoscermi e sapete che non amo parlare delle mie cose fino a quando non le ho risolte ed in qualche modo superate. Cerco sempre e comunque di essere positiva, vedere il bicchiere mezzo pieno e regalare un sorriso per non far preoccupare chi mi vuole bene”.

SAMANTHA DE GRENET L’ANSIA E LA PAURA VISSUTE IN QUESTI GIORNI

“Ebbene, anch’io, come tanti, ho dovuto affrontare il dannatissimo covid e devo dirvi che sono state giornate faticose e complicate dove non sono stata benissimo a causa dei diversi sintomi che mi sono ” cuccata” e dove momenti di stati di ansia e paura facevano da padrone”.

Oggi ha fatto il suo secondo tampone ed è negativo, non sta ancora benissimo ma è felice: “Non avete idea la gioia! Certo fisicamente non sono ancora al 100% e ne avrò  ancora per un bel po’, almeno così mi dice chi ci è  passato prima di me, ma sono felice di poter tornare  a fare una passeggiata o andare a trovare con tutte le cautele del caso al più presto  i miei genitori che non vedo da troppo tempo – ha chiuso dicendo – Sono vicina a tutte le persone che non sono state ” fortunate” come me e che stanno ancora lottando”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.