La figlia di Anna Foglietta contagiata a 7 anni, la paura per tutta la famiglia (Foto)

Non è un periodo semplice per tutti e in tanti ne parlano, come Anna Foglietta che ha raccontato che sua figlia di 7 anni si è ammalata di Covid. La sua esperienza con il coronavirus è quella di una mamma di tre figli terrorizzata dopo che la secondogenita è risultata positiva. La paura era che lei potesse stare male e che il resto della famiglia potesse contagiarsi. A La Repubblica Anna Foglietta ha raccontato che per fortuna la piccola non ha avuto sintomi e che non c’è stata nessuna ricaduta sugli altri figli, su lei e suo marito. Ovvio che il periodo sia stato terribile, non si conosce prima come andrà a finire. Ciò che ripetono tutti è che non si sa come il corpo di ognuno può reagire al virus. Tanti i bambini colpiti in questa seconda ondata del coronavirus come la figlia di Anna Foglietta.

ANNA FOGLIETTA: “SENTO TUTTO IL PESO DI QUELLO CHE STIAMO VIVENDO”

Una quarantena che ha coinvolto tutta la famiglia ma per fortuna tutto è andato bene anche se l’attrice confessa che con la prima chiusura di marzo sulle spalle adesso non è per niente semplice. La prima volta ha reagito bene, oggi, come tanti, sente la stanchezza e il peso di tutto questo.

“La nuova ondata il Covid te lo porta in casa, mi destabilizza vedere i bambini con la mascherina, la paranoia costante lavarsi le mani, non poter socializzare, uscire, progettare, sta diventando insopportabile” anche usando tutto l’ottimismo possibile è dura e la Foglietta non lo nega. In casa sono in cinque e i suoi bambini sono piccoli ma le sembra assurdo che già sappiano di tampone molecolare e test quantitativo. “Siamo in cinque, i bimbi hanno nove, sette e sei anni, sparecchiano, si vestono, si fanno il letto, ma sono piccoli. Questa situazione è tosta”.

Cerca di pensare al Natale perché è giusto che i figli, tutti i bambini, possano vivere almeno questo festa nel modo più normale possibile. Le chiedono se Babbo Natale arriverà perché la paura è che anche la Lapponia diventi zona rossa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.