Il principe Filippo in ospedale: come sta il marito della Regina Elisabetta?

Il principe Filippo d’Inghilterra è in ospedale, il marito della regina Elisabetta ricoverato da martedì sera nell’ospedale King Edward VII di Londra. Fonti comunicano che a rendere necessario il ricovero del principe Filippo sia stato un malessere la cui natura resta imprecisata. Si parla di una misura precauzionale suggerita dal medico di Sua Altezza Reale, una misura necessaria appunto dopo un malore. Sembra che il duca dovrà restare in osservazione a riposo solo per alcuni giorni, questo quanto anticipato da una nota di Buckingham. Ovvia la preoccupazione degli inglesi, il principe Filippo ha 99 anni. Nessuno pensa al Covid che lui ha già superato. 

MALORE PER IL CONSORTE DELLA REGINA ELISABETTA

“Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo è stato ricoverato all’ospedale King Edward VII di Londra, martedì sera. L’ammissione del duca è una misura precauzionale, su consiglio del medico di Sua Altezza Reale, dopo un malore. Il duca dovrebbe rimanere in ospedale per alcuni giorni di osservazione e riposo”. Poche frasi che spiegano tutto e niente mentre resta alta l’apprensione in Inghilterra per le condizioni di salute del 99enne.

Il mese scorso la regina d’Inghilterra e il principe Filippo sono stati vaccinati per il Covid. Il ricovero sarebbe solo per riposo e per permettere ai medici di valutare le condizioni di salute del duca di Edimburgo.

Il principe Filippo è molto amato dagli inglesi, è il consorte più longevo nella storia della monarchia britannica. Tutti sperano si tratti davvero solo di un malore passeggero. Ricoverato da ieri sera in ospedale, non si sa molto ma già questa nota che arriva da Palazzo genera agitazione. 

La nota ufficiale è probabile sia stata necessaria per evitare le solite fake news che più volte hanno fatto infuriare la regina Elisabetta. Più volte in passato è stata data la notizia della morte del duca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.