L’insensato scherzo di Sandra Milo che in radio finge di stare male dopo il vaccino (VIDEO)

Avrà anche tanta voglia di vivere e di ridere ma lo scherzo che ha fatto oggi in radio, ha solo imbarazzato i conduttori, oltre che spaventarli. Nella diretta di Un giorno da pecora, Sandra Milo ha telefonato per raccontare come sta vivendo questi giorni, di nuovo in pandemia e per parlare anche del vaccino. Qualche giorno fa aveva postato sui social la foto che la ritraeva mentre stava per ricevere la prima dose. Oggi però ha “regalato” un momento di cui avremmo fatto davvero tutti a meno, soprattutto in un giorno così delicato come quello che stiamo vivendo. C’è gente che il vaccino lo vorrebbe avere e non l’ha ricevuto a 90 anni. Ci sono oltre 100 mila famiglie che piangono i loro cari. Nel giorno del ricordo, nel giorno del silenzio per chi non c’è più, lo scherzo di Sandra Milo in radio è stato davvero di pessimo gusto.

Lo scherzo di Sandra Milo in radio: finge di stare male dopo il vaccino

Ho fatto il secondo vaccino stamattina, sto bene. Un po’ mi batte il cuore più velocemente

queste le parole della Mila, che lo ricordiamo ha 88 anni. Dopo queste parole ha iniziato ad ansimare, come si può vedere dal video e a far finta di stare poco bene. Questa situazione ha ovviamente allarmato i conduttori del programma radiofonico Geppi Cucciari e Giorgio Lauro che hanno subito cercato di capire se vicino a Sandra ci fosse sua figlia per prendersi cura di lei. L’attrice però dopo qualche secondo ha rassicurato i due dicendo che era solo uno scherzo, che sta bene ma la voglia di ridere non le passa mai.

Visto tutto quello che sta succedendo e visto il dibattito intorno ai vaccini, tutto questo è davvero fuori luogo, se succede poi nella giornata nazionale della memoria per le vittime del covid 19, ancora di più. Non ha fatto ridere davvero nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.