Tommaso Zorzi vs Matteo Salvini: botta e risposta sui social

Questa mattina Tommaso Zorzi dal suo profilo instagram è tornato a parlare del DDL Zan e ha provato a spiegare ai suoi follower anche tutto quello che negli ultimi mesi alcuni esponenti della Lega hanno detto in merito. Non solo, il vincitore del Grande Fratello VIP 5 ha anche ricordato alcune delle pessime uscite contro la comunità LGBT da parte di alcuni esponenti della Lega, citando anche frasi dette o scritte sui social. Nelle sue storie poi, puntava il dito anche contro Matteo Salvini. Ed è per questo motivo che si è scatenato un vero e proprio botta e risposta sui social tra il leader della Lega Nord e Tommaso Zorzi.

Ma vediamo passo dopo passo quello che è successo ( che tra l’altro, come lo stesso Zorzi ha detto sui social, gli è costato anche l’addio di alcuni followers dalla sua pagina instagram).

Dopo aver espresso il suo pensiero, relativo a quanto detto da alcuni leghisti, che vengono citati nelle storie, Tommaso Zorzi passa anche a Matteo Salvini e gli fa notare che la sua petizione, di cui tanto si è vantato sui social, ha raccolto solo 100 mila firme. Probabilmente Zorzi voleva sottolineare il fatto che quella lanciata per il DDL Zan, avesse raccolto 5 volte tanto, ma poi ha fatto una battuta che Salvini non ha in nessun modo accettato ( e che forse è risultata fuori luogo visto comunque il contesto). Si parlava infatti della petizione per il coprifuoco, e di migliaia di lavoratori che hanno firmato per qualcosa in cui credono. Salvini ha notato una vena sarcastica fuori luogo in Zorzi, visto che il vincitore del GF VIP faceva notare che le sue storie in 5 minuti vengono visualizzate da 100 mila persone.

La risposta di Matteo Salvini a Tommaso Zorzi

Salvini quindi, ha deciso di rispondere con questo tweet a Tommaso Zorzi, sottolineando il poco rispetto nei confronti di chi lavora e chiede qualcosa di importante, che non si dovrebbe ridurre a paragoni con storie sui social.

Tommaso Zorzi per tutta risposta ha fatto delle nuove storie, chiedendo ai suoi follower di attivarsi per dimostrare che cosa significa una raccolta firme e promettendo che se avesse superato le 100 mila in un solo giorno avrebbe mangiato una pizza all’ananas. Una ironia che non tutti hanno colto e anche per questo le critiche sui social non sono mancate.

Tra l’altro molti hanno anche fatto notare che nella puntata del Maurizio Costanzo Show in cui era ospite Matteo Salvini, Tommaso non ha partecipato alla prima parte, entrando solo dopo, quando l’intervista con il leader della Lega era terminata. Ha voluto evitare anche in questo caso “il pollaio”? Perchè non approfittare di quel momento per dirgli in faccia quello che pensava?

Tornando allo scontro social, possiamo notare che Tommaso era certamente partito bene, poi forse si è perso strada facendo non riuscendo a restare centrato sul punto, e offrendo un assist perfetto al leader della Lega che ha subito colto l’occasione per far si che si parlasse in modo virale di qualcosa…Un influencer esperto come lui avrebbe dovuto pensarci bene…Molto bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.