Eta Aquaridi, le stelle cadenti di maggio: quando si possono vedere

Occhi al cielo: arrivano le Eta aquaridi, le stelle cadenti di maggio

Uno spettacolo da non perdere è previsto per questi primi giorni di maggio 2021: per assistervi dovrete alzare gli occhi al cielo e gustarvi il meraviglioso panorama regalato dalle eta Aquaridi, le stelle cadenti di maggio. Si tratta di un evento più unico che raro visto che alle nostre latitudini generalmente è molto difficile vederle.

Ma in questo 2021 così difficile, la Natura regala una vera e propria meraviglia, uno spettacolo assolutamente da non perdere per coloro che amano essere sorpresi. E così, le eta Aquaridi saranno visibili in questi primi giorni del mese, ovviamente a notte fonda quando il cielo sarà squarciato da bellissime stelle cadenti. Quest’anno infatti le eta Aquaridi sembrerebbero essere più visibili anche dal nostro Paese. E allora il consiglio è quello di approfittarne per lasciarsi sorprendere.

Eta Aquaridi, quando poter ammirare le stelle cadenti di maggio

Il radiante delle eta Acquaridi, nella zona più alta dell’Aquario, sarà attivo quasi per tutto il mese di maggio 2021. Il picco è previsto tra il 5 e il 6 del mese, quindi proprio questa notte, ma in generale tutto il mese regalerà la possibilità di gustarsi queste meravigliose stelle cadenti. Le eta Aquaridi rappresentano una delle correnti meteoriche più importanti dell’anno, difficili però da individuare a queste latitudini perché il radiante resta per pochissimo tempo sopra l’orizzonte e soprattutto a basse altezze. Ma quest’anno ci sono alcune condizioni favorevoli che renderanno le stelle cadenti di maggio più visibili rispetto agli altri anni.

Perché quest’anno si vedono le eta Aquaridi

Come anticipato, alcuni fattori favoriranno la possibilità di vedere le stelle cadenti. Uno tra i più importanti è l’assenza della luce della Luna. Con il novilunio dell’11 maggio il cielo è abbastanza buio in questo inizio di maggio 2021 e questo inevitabilmente favorirà la possibilità di vedere le stelle cadenti che risalteranno nel cielo scuro. Va detto che in Italia le stelle cadenti saranno più visibili al Sud: qui si potranno ammirare fino al crepuscolo. Al Nord invece le eta Aquaridi saranno ben visibili a notte fonda ma per una quantità di ore ridotta. Tuttavia, qualsiasi sia il posto dell’Italia in cui si abita, varrà la pena alzare gli occhi al cielo in queste prossime notte, per ammirare quello che è a tutti gli effetti uno spettacolo della Natura. Il mese di maggio sarà particolarmente ricco di questi eventi. Sempre in questi giorni infatti gli appassionati potranno ammirare anche eta Liridi, con picco il 9 maggio, generate dalla cometa 1983 H1 IRAS-Araki-Alcock.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.