L’addio del papà di Michele Merlo: “Guardate al cielo è la stella più luminosa”

Uno strazio, un dolore che di certo non si può spiegare, un vuoto che non si può colmare. Ma i genitori di Michele Merlo ci hanno tenuto a ringraziare via social, sui gruppi dedicati al cantante, tutte le persone che in questi tre giorni difficilissimi hanno pregato per Mike, hanno dedicato a lui anche un piccolo gesto. Dopo la notizia del ricovero in ospedale, erano stati portati alcuni striscioni nei giardini dell’ospedale Maggiore di Bologna. Erano striscioni per Michele, per fare il tifo per lui, per fargli sentire che non stava combattendo da solo. Era tardi forse, perchè Michele non ha avuto modo di combattere quel brutto male. Non sapeva di doverlo fare. Aveva cercato risposte che non erano arrivate.

Oggi il suo papà, a poche ore dalla drammatica notizia della morte di Michele, scrive un messaggio per ringraziare tutti e invita anche a guardare il cielo, perchè c’è una nuova stella che brilla, quella stella, la più luminosa, è Michele! Parole che spezzano il cuore, sono le parole di due genitori che in meno di 3 giorni hanno perso il loro amato figlio. Un ragazzo di 28 anni con tutta una vita davanti, tanti sogni, tante cose da dire, un grande talento da dedicare alla sua musica. Oggi Michele non c’è più ma come ricorda il suo papà è una stella luminosa che brilla in cielo.

Lo strazio per la morte di Michele Merlo: migliaia i messaggi sui social

Si stenta a credere che sia potuto succedere davvero. Ieri Emma da Verona dedicata il suo concerto a Mike e la sua mamma sui social la ringraziava per questo gesto. Poche ore dopo la notizia più drammatica, quella che i genitori di Michele non avrebbero mai voluto ricevere ma che purtroppo è arrivata.

Oggi purtroppo anche la cantante dedica un post pieno d’amore a Mike e noi ci uniamo al grande abbraccio virtuale per la famiglia del giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.