I nipoti di Raffaella Carrà rompono il silenzio tra le lacrime, erano i suoi figli

Raffaella Carrà non aveva figli ma dopo la morte del fratello si era ritrovata a crescere i suoi nipoti sostituendo la figura del padre. L’amato fratello Renzo è morto nel 2001 quando aveva solo 56 anni a causa di un tumore al cervello. La notizia della malattia del fratello raggiunse la conduttrice mentre prepara il festival di Sanremo, fu un dolore immenso ancora prima di perderlo. Raffaella Carrà ne parlò per la prima volta nel 2019 durante il suo programma “A raccontare comincia tu” confidando come e quando scoprì della grave malattia di suo fratello Renzo. Era un momento felice, era stata chiamata a condurre Sanremo, erano le prime riunioni: “Ricevo una telefonata e mi dicono che mio fratello ha un tumore al cervello. Mi sono poggiata al muro”. Raffaella Carrà quel festival di Sanremo lo portò avanti lo stesso senza fare trapelare nulla: “Purtroppo per me il Festival è un mondo sconosciuto” aggiunse.

RAFFAELLA CARRA’ E I DUE NIPOTI DIVENTATI SUOI FIGLI

Confidò quindi che aveva dei ragazzi quarantenni, erano i figli del fratello che non c’era più: “Faccio da babbo invece che da mamma”. Loro sono Federica e Matteo e oggi non possono che piangere per la morte della zia. Hanno il cuore spezzato dal dolore e la voce rotta dai singhiozzi. Ed è Matteo a commentare questo momento a Il Resto del Carlino: Mia zia era una persona incredibile, eccezionale, ha preso il posto di nostro padre quando è mancato, ci ha sempre dato il meglio dell’affetto e dell’educazione”E’ troppo presto adesso per immaginare un mondo senza di lei, anche se loro erano tra i pochi a conoscere la verità sul suo stato di salute. 

Raffaela Carrà non aveva realizzato il suo desiderio di diventare mamma ma oltre ai suoi nipoti diceva di avere tanti figli, perché erano tanto le adozioni che aveva fatto nel mondo.

One response to “I nipoti di Raffaella Carrà rompono il silenzio tra le lacrime, erano i suoi figli

  1. che tristezza… una senza arte né parte, ignorante, egocentrica, accentratrice, falsa, ipocrita, malvestita. Si salvano solo i suoi inizi degli anni 50 a 1ooo luci, poi il total Kitsch

    brutta faccia e brutta voce. Famosa grazie ai gays che evitava.
    Sterminava tutti e tutto pur di apparire.
    Tanti commenti ma tantissimi i sono astenuti.
    Povera italia, possiamo sperare a un Rinascimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.