Angelina Jolie sbarca su Instagram per dare voce al popolo afghano: la lettera di una adolescente

Angelina Jolie in meno di 13 ore su Instagram ha raccolto oltre 4 milioni di follower con una missione: raccontare quello che il popolo afghano non potrà più dire. Lo ha scritto chiaramente l’attrice: i talebano stanno togliendo la possibilità a tutti di potersi esprimere liberamente sui social. Ed è per questo che, per quello che potrà, userà il suo profilo instagram per raccontare quello che sta succedendo in Afghanistan. Inizia con una lettera che una ragazza adolescente le ha fatto avere. Pubblica le parole di chi sta vivendo queste ore drammatiche, mentre in Europa e nel mondo arrivano messaggi rassicuranti, di chi vuole far credere che i talebani adesso, sono “cambiati”.

Pubblica la foto della lettera che le è stata inviata, e spiega, la Jolie, che darà voce a tutte le persone che lo desidereranno: “This is a letter I was sent from a teenage girl in Afghanistan. Right now, the people of Afghanistan are losing their ability to communicate on social media and to express themselves freely. So I’ve come on Instagram to share their stories and the voices of those across the globe who are fighting for their basic human rights.

La lettera di una ragazza afghana pubblicata da Angelina Jolie

Ero al confine con l’Afghanistan due settimane prima dell’11 settembre, dove ho incontrato i rifugiati afgani che erano fuggiti dai talebani. Questo è stato vent’anni fa. È disgustoso vedere gli afghani sfollati ancora una volta a causa della paura e dell’incertezza che hanno attanagliato il loro paese. Spendere così tanto tempo e denaro, avere sangue versato e vite perse solo per arrivare a questo, è un fallimento quasi impossibile da capire. Anche guardare per decenni come i rifugiati afghani – alcune delle persone più capaci al mondo – vengono trattati come un peso è disgustoso. Sapendo che se avessero gli strumenti e il rispetto, quanto farebbero per se stessi. E incontrare tante donne e ragazze che non solo volevano un’istruzione, ma lottavano per essa. Come altri che si impegnano, non mi allontanerò. Continuerò a cercare modi per aiutare. E spero che ti unirai a me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.