Francesco Facchinetti mostra la denuncia contro McGregor, ma come sta?

facchinetti denuncia

Non sta benissimo Francesco Facchinetti dopo l’aggressione di Conor McGregor ma per quell’assurdo pugno più che parlare di come sta preferisce agire. Ormai tutti sanno cosa è accaduto due notti fa durante una festa privata, cosa ha fatto il campione di arti marziali miste e quanto sia fortunato Francesco Facchinetti per essere ancora in vita. Sui social ha appena mostrato la denuncia già fatta contro McGregor. Qualcuno pensava che non l’avesse davvero fatta e invece è tutto lì bianco su nero. Facchinetti cancella alcuni dati ma la prova che è tutto vero, che intende andare fino in fondo c’è e trova il sostengo della maggior parte delle persone, comuni e famose. Non ha alcuna intenzione di ritirare la denuncia ha spiegato più volte il motivo, niente potrebbe fargli cambiare idea.

Trauma cranico e continui mal di testa per Francesco Facchinetti

Dopo il pugno dato con una tale violenza da spostare Facchinetti dall’altro lato della stanza, Francesco ha riportato vari problemi: “Non mi interessa nulla dei soldi, non mi interessa nulla dell’hype, anche perché ho mal di testa tutto il giorno, devo portare questo collarino 8 ore al giorno per 16 giorni, ho un trauma cranico, ho una distorsione del rachide cervicale che non so neanche cosa voglia dire” non serve aggiungere altro. Vorrebbe tornare indietro nel tempo e non andare a quella festa, non avere adesso tutti questi problemi, non solo di salute. E’ deciso però ad andare avanti e di certo non per soldi.

“Se dovesse chiamarmi l’avvocato di McGregor domani e offrirmi 10 milioni di euro, 10 milioni di euro, 10 santissimi milioni di euro per ritirare la denuncia e per ritirare tutto, io direi di no”. Nella denuncia c’è tutto: “Qualcuno credeva che io scherzassi, qui dentro c‘è tutto quello che è accaduto dalla A alla Z”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.