Carolina Marconi prima dell’ultima chemio scrive al suo compagno

Carolina Marconi ultima chemio

Carolina Marconi attende il 10 novembre per potere poi festeggiare, è la data dell’ultima chemio, l’ha confidata a tutti dal primo istante ed è con il suo compagno accanto che taglierà questo traguardo. Nel dolore e nella malattia Carolina Marconi ha però capito quanto è fortunata. Accanto a lei contro il cancro non c’è solo la sua famiglia, c’è soprattutto lui, Alessandro Tulli. Una serie di foto, scatti di ieri e di oggi, Carolina Marconi in gran forma e con i suoi meravigliosi capelli lunghi, quando il cancro non era entrato nei suoi pensieri. Ma in ogni caso, sempre, accanto a lei c’è l’ex calciatore, la sua vera forza. Alessandro l’ha supportata in ogni modo possibile, da quando l’incubo della malattia è entrato nelle loro vite, a oggi, che le loro vite sono inevitabilmente cambiate. E’ una dichiarazione d’amore il post che l’ex gieffina ha dedicato al suo fidanzato.

Carolina Marconi, il post per Alessandro Tulli

“Eccoci oggi sempre insieme ..(nel bene e nel male )ne abbiamo passate tante ma uniti abbiamo affrontato tutto.. questo percorso e’ stato durissimo.. mi sei stato vicino senza mollarmi un attimo ..Auguro a tutte le donne di trovare un uomo come te ..amabile ,gentile e anche spiritoso , quanto cavolo mi fai ridire con le tue battute all’ improvviso, beh ci sono anche le nostre discussioni ..d’altronde siamo due arieti con dei bei caratterini.. ma dopo pochi minuti siamo uniti più che mai .. volevo dirti grazie per tutto quello che hai fatto.. x me sei un dono di Dio ed io sono fortunata …. te amo”. Carolina Marconi senza capelli, senza parrucca, lui le accarezza la testa, la pelatina come la chiama lei. E’ bellissima Carolina, si è sempre presa cura di se stessa continuando a truccarsi e anche a mostrare il make up giusto per chi come lei non ha più ciglia e sopracciglia. Ha sempre continuato a sorridere, ogni tanto ha confessato quanto fosse dura, che si piange ma poi ci si rialza. Ogni volta si rialza anche grazie a lui, Alessandro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.