Mietta spiega perchè non aveva fatto il vaccino

mietta rai vaccino

In attesa di sapere se potrà tornare in pista oppure no, Mietta si racconta in una intervista a firma di Andrea Conti per FQMagazine. Poteva essere una delle protagoniste di questa sedicesima edizione di Ballando con le stelle, le sue prime prestazioni erano state davvero scoppiettanti, purtroppo però, il coronavirus ha cambiato il suo destino nel programma di Rai 1. A distanza di un mese dalla guarigione, la cantante prova a spiegare i motivi per i quali ha deciso di non vaccinarsi. E inizia col dire che quello che è successo con Selvaggia Lucarelli a guardare bene le cose a mente lucida, non è stato un problema, perchè la domanda della giornalista era legittima. Oggi Mietta sa che se la deve prendere solo con quelle persone, i leoni da tastiera, che l’hanno minacciata, insultata e offesa. La cantante quindi, parla di quello che ha provato e dei motivi che l’avevano portata a decidere di non fare, almeno in quel momento, il vaccino.

Da parte mia non c’è contrarietà al vaccino. Ripercorrendo quello che mi è successo non sono stata attaccata da Selvaggia – che ha fatto la sua domanda legittima – ma dai leoni da tastiera e non solo. Ero in una stanzina da sola, confusa perché era accaduto tutto velocemente dopo il tampone. Non avevo certezze” ha detto Mietta.

Spiega perchè ha reagito in quel modo alla domanda di Selvaggia: “In diretta su Rai Uno ho mostrato solo un eccesso di riservatezza davanti ad una richiesta specifica. La stessa riservatezza che io ho nella mia vita privata. Per questo ho invitato a parlare della cosa in privato, proprio perché c’era in ballo qualcosa che avrei tenuto volentieri per me.

Mietta spiega perchè non ha fatto il vaccino

Quando ho pensato di fare il vaccino mi sono ritrovata in una marea di informazioni che mi arrivavano ogni giorno. Per me che soffro di attacchi di panico è stato qualcosa che mi ha turbato parecchio” questa la motivazione che Mietta ha dato. Quando si è informata su tutti gli effetti collaterali che potevano subentrare, Mietta non se l’è sentita. “Non ero serena ed ero reduce da uno choc anafilattico. Mi è mancato il respiro. Così ho solo avuto paura. L’unico modo per tranquillizzarmi sarebbe stato fare degli accertamenti. Poi avevo anche in programma un intervento.”

E ancora:” Ma ripeto, erano e sono cose personali. Le persone che soffrono di attacchi di panico devono essere accompagnate con dolcezza. Ho solo voluto aspettare il mio tempo perché dovevo affrontare i miei accertamenti per stare serena e procedere al vaccino.” La cantante ha ribadito di non essere una novax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.