Perchè festeggiamo la Befana il 6 gennaio? 3 curiosità assolutamente da conoscere

3 curiosità assolutamente da sapere sulla Befana

Il 6 gennaio viene festeggiata l’Epifania e i bambini ricevono calze piene di dolci e dolcetti portati dalla Befana. Che però, come da tradizione, porta il carbone ai bimbi che sono stati un po’ birichini durante l’anno. Ma come mai questa vecchietta a bordo della scopa che “vola” di casa in casa si chiama Befana? E perché porta i suoi doni racchiusi proprio in una calza? E perchè anche in Italia celebriamo questa festa? I bambini sono spesso curiosi e devono sapere tutto, ma proprio tutto sulla Befana, per questo motivo anche gli adulti devono essere ben preparati e dare loro tutte le risposte del caso.

Le curiosità sulla festa dell’Epifania e sulla Befana sono davvero tante: scopriamo le 3 cose assolutamente da sapere!

3 curiosità assolutamente da sapere sulla Befana

Le domande fioccano e scatenano la curiosità di tutti coloro che vorrebbero sapere di più su questa figura che a volte è temuta dai bambini proprio perché, rispetto a Babbo Natale, ha un aspetto decisamente meno dolce e amichevole e perché, rispetto a lui, porta addirittura il carbone ai bimbi che non si sono comportati bene. Ecco le curiosità che vale la pena conoscere sulla Befana che a breve si festeggerà, come ogni anno.

1. Perché la Befana si chiama così

Il suo nome è legato alla tradizione. Deriva infatti da Epifania che in greco significa “manifestazione divina“. Nell’antichità la 12esima notte dopo il Natale veniva dedicata alla luna e in particolare, con il termine Epifania, si faceva riferimento alla manifestazione della luce lunare che avveniva proprio intorno al 6 gennaio. Il termine nel tempo si è modificato: da Epifania a “bifania” e poi a “beffania”. Quando si dice Befana si intende questo processo legato alla luce anche se tutti pensano invece subito alla vecchietta che porta dolcetti o carbone.

2. Perché la Befana porta la calza

Vi siete mai chiesti perché la Befana porti la calza? Anche in questo caso bisogna andare parecchio indietro nel tempo per trovare la risposta. La leggenda narra che i Re magi per portare i loro doni a Gesù Bambino avessero chiesto informazioni a una vecchietta su quale fosse la strada migliore da percorrere. Le chiesero anche di unirsi a loro ma lei si rifiutò, salvo pentirsi poco dopo, decidendo di provare a raggiungerli. Senza però mai più trovarli. così, lungo il cammino cominciò a regalare dolciumi ai bambini che incontrava, nella speranza che uno di loro fosse Gesù.

3. Perché la Befana arriva dal camino

La scelta non è di certo casuale. Il camino infatti è simbolicamente un punto di comunicazione tra la terra e il cielo. Questa tradizione è tipicamente italiana. All’estero i riti e le tradizioni sulla Befana seguono infatti strade diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.