Nancy Brilli ha il Covid, sta male: “M’è presa brutta”

Nancy brilli ospedale

Nancy Brilli ha il Covid, come tanti altri in questo periodo, ma lei purtroppo non sta bene, lei non ha la fortuna di essere asintomatica. Sui social da ieri sta tenendo informati i follower sulle sue condizioni di salute. Ieri stava così male da correre al Pronto Soccorso ma anche lì non è stato semplice. Nancy Brilli non sta bene, su Instagram nella giornata di ieri ha raccontato di sentirsi molto stanca ma era solo l’inizio. L’attrice preoccupata per una brutta tosse e per la saturazione che le era scesa a 89 è andata in ospedale. “Eh sì mi sento proprio una schifezza. M’è presa brutta brutta, con una stanchezza mortale e una tosse d’oltretomba”. Giornate difficili per l’attrice italiana che sta combattendo contro il covid. Tra le storie di Instagram sta raccontando la sua sofferenza a cui si aggiunge ovviamente la paura.

Nancy Brilli racconta tutti i problemi di salute di questo periodo

“Sarei anche stanchina, mi si è rotta la schiena, ho avuto la congiuntivite, poi all’altro occhio…Poi mi sono rotta un dito del piede, adesso il Covid. Basta” non bastava il Covid, Nancy Brilli ha dovuto fare i conti anche con altro. Inoltre, in passato ha già lottato contro altre malattie.

Ieri sera la Brilli è stata costretta a recarsi in ospedale per una serie di esami. E’ stato complicato per lei anche un semplice esame del sangue e dopo vari prelievi arteriosi dolorosi è riuscita anche a sottoporsi alla tac polmonare; ovviamente dopo avere atteso a lungo.

“Ieri è stata una giornata complicata” ha aggiunto questa mattina confidando che ancora non sta bene. E’ stanca e triste, anche perché non è solo la giornata di ieri e il Covid a renderla particolarmente fragile ma anche il dolore alla schiena, la congiuntivite agli occhi e la frattura al piede; tutto superabile ma nel frattempo non è semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.