La nutrizionista di Noemi svela la sua dieta: ha perso 15 chili senza rinunciare al pub

noemi nutrizionista

La nutrizionista di Noemi segue anche altri artisti di Sanremo 2022 ma non rivela i loro nomi se non qualche dettaglio. Dell’interprete di “Ti amo non lo so dire” racconta la sua dieta, come ha perso 15 chili, come è riuscita a cambiare il suo approccio al cibo. Addio diete tristi, sotto la guida di Monica Germani Noemi non ha dovuto rinunciare al pub, è riuscita a bilanciare i suoi pranzi al ristorante, i panini all’autogrill riuscendo ad arrivare al suo peso forma e a mantenerlo. Noemi è una donna felice, questo fa notare la nutrizionista, e non lo è solo perché ha perso peso ma per il modo in cui ci è riuscita. L’ha guidata verso un modo sano di relazionarsi con il cibo. Nel suo libro “La tua dieta sei tu, liberati dalle ossessioni alimentari e trasforma la tua vita” ha spiegato tutto e a Il Fatto Quotidiano rivela i segreti, anche quelli di Noemi per perdere peso.

Monica Germani ci regala un nuovo modo per dimagrire

Non è più la dieta che fa soffrire ma la dieta studiata per ognuno e non solo in base allo studio medico ma soprattutto psicologico. “Il dimagrimento forte di solito avviene nei primi mesi. Poi c’è il consolidamento delle abitudini, infine la liberazione: l’autonomia nella gestione del cibo. Noemi è stata coraggiosa: ha fatto tabula rasa del suo modo di approcciare al cibo. Si è rimessa in gioco anche interiormente – la nutrizionista ha proseguito – Ciò che sembra un segreto non lo è affatto: è frutto di studio ed esperienza. Se un’artista è sempre fuori per lavoro e pranza in ristoranti e autogrill bisogna costruire un regime adeguato alle sue esigenze. Lasciare il panino o il secondo piatto al ristorante. E poi recuperare con una giornata equilibrata nei nutrienti” questo il segreto della forma perfetta di Noemi che può continuare anche a mangiare al pub, certo non come prima ma non c’è un divieto assoluto.

Ovvia la necessità di fare attività fisica ma sono gli esempi che elenca che indicano la strada giusta. Per la Germani per esempio non si deve rinunciare all’aperitivo: “Ti metti seduto, ti scegli la tua bevanda, il piattino. Ma gusti il tuo momento di aperitivo in un ambiente carino e con un’atmosfera speciale. Questo momento diventa controllato e gratificante. Assapori, non ti serve esagerare in quantità. Chi arriva a casa alle sei e apre la dispensa perde il controllo. La fame gastrica, quella da brontolio di stomaco, si risolve mangiando”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.