La regina Elisabetta costretta in sedia a rotelle?

regina elisabetta come sta

Come sta la regina Elisabetta? Arrivano notizie della sovrana inglese costretta a muoversi sulla sedia a rotelle. Nessuno l’ha vista ed è questo che preoccupa i sudditi, tutti. Sembra che le sue condizioni di salute siano peggiorate, che non riesca a restare molto tempo in piedi ma che non abbia alcuna intenzione di mostrarsi in sedia a rotelle. E’ dal 14 marzo che è iniziata la preoccupazione per la regina Elisabetta, quando ha dovuto rinunciare alle celebrazioni del Commonwealth all’Abbazia di Westminster facendosi sostituire dal figlio, il principe Carlo. Un forfait dato all’ultimo minuto senza aggiungere altro ma è suonato come un campanello d’allarme. Infatti, nei giorni successivi Buckingham Palace ha fato sapere che l’agenda degli impegni ufficiali della sovrana era da rivedere.

La regina Elisabetta è troppo affaticata per cerimonie e incontri

A sostituirla il principe Carlo e il principe William. Sembra che i recenti problemi di salute abbiano lasciato degli strascichi, in più qualche settimana fa ha avuto il covid, forse questo l’ha resa ancora più fragile. L’abbiamo vista in pubblico sorretta da un bastone ma non ha alcuna intenzione di mostrarsi in carrozzina.

Sembra che la regina d’Inghilterra sia stata ben chiara con i suoi collaboratori, non vuole mostrare alcun segno di indebolimento, non vuole mostrarsi fragile agli occhi dei sudditi, soprattutto in questo periodo. Si è trasferita al castello di Windsor lasciando Buckingham Palace, riceverà pochissimi ospiti uscendo solo lo stretto necessario, di certo potrà affidarsi alle videochiamate. Chissà se il 9 aprile, in occasione della messa in ricordo del principe Filippo riuscirà ad essere presente. Si mormora che si cercherà di fare l’impossibile per proteggerla da sguardi indiscreti ma anche utilizzando un elicottero per portarla a Londra e poi in auto fino a Westminster il tutto potrebbe essere molto complicato ma a questo punto anche rischioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.