Massimiliano Caroletti creduto morto: “Ho visto la luce”, un vigile del fuoco lo salva rompendogli lo sterno

incidente eva henger

Nella puntata di Pomeriggio 5 di oggi, sono arrivate le ultime notizie sulle condizioni di salute di Massimiliano Caroletti ed Eva Henger. Ospite del programma di Barbara d’Urso anche Roberto Alessi che qualche minuto prima della trasmissione, ha sentito telefonicamente Caroletti, che si sta piano piano riprendendo. Il marito di Eva Henger era in macchina, lato passeggero, nel drammatico incidente a causa del quale hanno perso la vita due persone, una coppia che avrebbe effettuato un sorpasso vietato e che si sarebbe scontrata frontalmente con la macchina della Henger. Alessi spiega che Massimiliano sta meglio e che ha raccontato gli attimi drammatici che lui ed Eva hanno vissuto. Nonostante Eva abbia riportato le ferite più gravi, e dovrà infatti affrontare almeno un paio di operazioni, Caroletti ha avuto dei problemi diversi dopo l’incidente. E’ svenuto per una decina di minuti, o meglio ha perso conoscenza. Eva ha creduto che fosse morto.

Massimiliano Caroletti salvo grazie a un vigile del fuoco

Alessi ha spiegato che il marito di Eva Henger, ha raccontato di aver “visto la luce” in quei dieci minuti durante i quali prima Eva e poi i vigili del fuoco, hanno tentato di rianimarlo. Oggi l’imprenditore ringrazia quel vigile del fuoco che ha creduto di salvarlo e ce l’ha fatta. Gli ha rotto lo sterno, con un massaggio cardiaco molto forte. Cose che succedono e che servono, come nel caso di Massimiliano, a salvarsi la vita. Adesso Massimiliano ed Eva sono ricoverati in due ospedali diversi ma si sono sentiti e si tengono in contatto facendosi coraggio a vicenda, perchè nonostante tutto, almeno per ora, il peggio è passato.

Il marito di Eva Henger tramite il direttore di Novella 2000 ha anche ringraziato tutti per l’affetto ricevuto e Barbara d’Urso per aver rassicurato anche i parenti lontani nella puntata di Pomeriggio 5 di venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.