E’ morto Francesco Bruno, il noto criminologo spento da una terribile malattia

Francesco Bruno il noto criminologo è morto a causa di una terribile malattia
Francesco Bruno morto

Era uno dei più noti criminologi d’Italia, Francesco Bruno è morto a 74 anni, era nato il 10 maggio del 1948. Sia in ambito accademico che istituzionale ma negli ultimi anni anche mediatico, Francesco Bruno ha messo in rilievo la sua figura professionale. Tantissime le sue presenze in programmi come Porta a Porta, Maurizio Costanzo Show, Delitti. A dare la notizia della morte del criminologo Francesco Bruno è stato il sindaco di Celico, Matteo Lettieri. E’ la cittadina in provincia di Cosenza dove è nato e dove oggi in molti piangono per lui, per l’ultimo saluto a uno dei più illustri cittadini, così scrive Lettieri.

Sui social l’annuncio della morte di Francesco Bruno

“Questa mattina Celico piange la perdita di uno dei suoi più illustri concittadini, il prof. Francesco Bruno, medico e criminologo di fama internazionale. Il prof. Bruno era un luminare, impegnato nella risoluzione dei più efferati delitti italiani. Grazie ai suoi studi era stato possibile collegare gli omicidi del mostro di Firenze all’esoterismo”.

Il criminologo di fama internazionale si è spento nella sua casa, nella sua Celico. Da tempo lottava contro una terribile malattia, come riporta il Riformista. E’ un lutto che riguarda la comunità scientifica e universitaria, la “Sapienza” di Roma e  l’Università della Calabria di Rende, dove insegnava.

Ha collaborato alla risoluzione di numerosi casi, definiti misteri e che hanno interessato l’opinione pubblica, spesso sconvolto il Paese. Tra i tanti incarichi dal 1979 al 1987 è stato funzionario, e poi direttore di sezione, presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. Tra i casi che tutti ricordano il “Mostro di Firenze. Francesco Bruno pubblicò il primo studio universitario che collega gli omicidi commissionati al “Mostro di Firenze” con l’esoterismo e il fine sacrificale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.