Mondo tv, i flop di inizio stagione: da La vita in diretta a Striscia la notizia

L’estate sta finendo, anzi è finita. Sono passate due settimane dall’inizio dei vari programmi tv ed è tempo di primi bilanci anche perchè, difficilmente le cose cambieranno. Abbiamo quindi pensato di parlare insieme a voi dei flop televisivi che hanno caratterizzato questo inizio di stagione. Da La vita in diretta a Striscia la notizia passando per Quarto Grado e Linea Gialla: ogni rete ha la sua piccola o grande delusione mentre altre sorridono soddisfatte. Il canale al quale ci sentiamo di dare un bel voto per la partenza sprint, a parte Striscia la notizia, è Canale 5 che grazie a un pomeriggio da Formula 1 e alle sue fiction vola alto. Sarebbe stato lo stesso per Rai 1 se non ci fosse stato un grosso, anzi grossissimo errore per la conduzione del contenitore pomeridiano La vita in Diretta. Diamo i voti.

Mondo tv: le pagelle con top e flop alla fine del mese di settembre

Nello scontro pomeridiano ha la meglio Canale 5 che miete vittime come un carro armato. Verdetto finale viene asfaltato da Beautiful e Centovetrine. La prima parte de La vita in diretta viene demolita da Uomini e Donne e la seconda massacrata da Il segreto. La parte finale se la gioca con Pomeriggio Cinque che mai aveva avuto vita così facile nella stessa fascia.

Flop pomeridiani: La vita in diretta voto 3

Nel pre serale L’Eredità aveva raramente registrato ascolti così bassi. Nella seconda parte in particolare superava di gran lunga i programmi di Canale 5. Con Avanti un altro invece è sfida all’ultimo sangue ma in questo caso non parliamo di vero flop perchè probabilmente gli ascolti sono destinati a crescere.

Per ora L’eredità è solo rimandato

Passiamo invece all’access prime time una fascia molto particolare in cui negli anni passati è sempre stata dura battaglia tra Rai 1 e Canale 5. I numeri però non sono quelli delle passate stagioni sia per una rete che per l’altra. Se fino a qualche tempo fa infatti si sfioravano anche i 7 milioni di spettatori davanti alla tv sia su un canale che sull’altro, da qualche tempo non è più lo stesso. Sembra non esser stata gradita la scelta di Insinna al timone di Affari tuoi ma ancor meno è stata gradita quella fatta da Ricci. La Hunziker in compagnia della Raffaele non decolla, per non parlare poi dei velini che non piacciono ai mariti che cambiano canale. Per chi dice che l’Italia non è un paese maschilista…

Flop Affari tuoi al quale va un 5 ma ancora più flop Striscia la notizia al quale diamo 4 ( solo perchè c’è una Raffaele straordinaria poco valorizzata dall’insieme)

Passiamo al prime time la fascia più importante. Meriterebbe un 10 e lode Montalbano e quindi la Rai che ha continuato a scommettere sulle repliche mandano in onda addirittura due volte alla settimana i film tv. Vincere facile però non è bello per cui il grande settembre di Rai 1, quello annunciato dagli spot è solo un raro ricordo. Le fiction mandate in onda fino a questo momento piacciono ma non decollano, certo è che nessuno merita l’insufficienza. Canale 5 gioca bene come competitor e seppur si trova a combattere contro Montalbano porta a casa ottimi risultati tenendo da parte altre fiction che potranno accendere veri duelli nella seconda parte di stagione. Canale 5 e Rai 1 sono salvi.

Due flop clamorosi sono invece legati in qualche modo tra di loro. Se infatti fino allo scorso anno Quarto Grado era il programma di punta di Rete 4, incassava infatti oltre 2 milioni di spettatori, arrivando a essere spesso il terzo programma più visto del venerdì sera, da quando al timone non c’è più Salvo Sottile le cose sono cambiate. Del resto il programma sembrava essere cucito addosso a lui. Così il programma di Rete 4 perde spettatori di puntata in puntata. Non va meglio però a Sottile con Linea Gialla. Il programma è di gran lunga migliore rispetto al Quarto Grado della passata stagione ma ci sono diversi fattori che non rendono giustizia. Il primo il target della rete che non è lo stesso di rete 4, inutile nascondersi dietro l’ipocrisia: agli italiani piacciono i casi di omicidio e i casi disperati come quello di Michele Misseri, c’è poco da aggiungere. Così non si gradisce da un lato l’intervista in esclusiva ad Amanda Knox mandata in onda in quel di Quarto Grado ma non si gradiscono neppure le nuove inchieste di Sottile e di un gruppo di giornalisti con la g maiuscola. Il secondo motivo è un fattore da non sottovalutare: La7 non ha ancora un segnale perfetto in tutta Italia anche se sappiamo bene che i programmi come quello di Crozza hanno superato anche  i 3 milioni di spettaori ma non chiedeteci come mai smebra che i fans di Benedetta Parodi e di Sottile vivano tutti in zone sperdute del pianeta.

Flop clamorosi di inizio stagione: Quarto Grado che si becca un 3,5 e Linea Gialla che porta invece a casa un 5- ( non pensiamo infatti che sia un programma qualitativamente scarso)

 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.