Barbara Bouchet dopo tanto successo una pensione che non le permette di non lavorare (Foto)

barbara bouchet

Alla rivista Spy Barbara Bouchet racconta il suo presente, la pensione di 511 euro che riceva al mese nonostante una vita di successi e lavoro (foto). A 73 anni è sempre una splendida donna e tutti la ricordano come icona sexy degli anni ’70. Oggi però suo figlio Alessandro Borgese è più famoso di lei, che fiera lo racconta aggiungendo che il suo tempo è passato e che adesso tocca al suo chef preferito. Sono vari i vip che raggiunta l’età della pensione confidano che non riescono a vivere in modo dignitoso, Barbara Bouchet non è tra questi, lei non vuole smettere di lavorare, confessa di avere pianto tanto quando ha scoperto il valore della sua pensione ma poi non si è certo fatta da parte, lavorerà fino all’ultimo dei suoi giorni, si è rassegnata, ogni mese percepisce quanto gli spetta, la colpa è dei produttori che non le hanno versato i contributi e anche sua che non ha controllato in tempo.

Alla rivista Spy Barbara Bouchet racconta: “L’ho scoperto qualche anno fa. Ho pianto come pochi, ma pazienza, ormai non c’era più niente da fare – ovviamente parla della pensione Tanti di quei produttori, che non mi avevano versato i contributi, erano già morti. Ma a farmi da parte non ci penso, in pensione ci andrò solo quando volerò in cielo. Finché c’è linfa nelle mie vene, io continuerò a lavorare”.

Inutile piangerci sopra, passa quindi all’argomento che la rende felice, suo figlio: “Prima lui era il figlio di Barbara Bouchet, adesso sono io la mamma di Alessandro Borghese. Sono fiera: io ho avuto il mio tempo di gloria in abbondanza e ancora oggi non mi manca, ora tocca a lui. Lui è bravissimo come chef, ma come presentatore è diventato fantastico”.

Tante le soddisfazioni nel suo passato e nel suo presente, certo resta il rammarico per quei 511 euro al mese, che non è una pensione da diva, non quella che credeva le avrebbero riconosciuto. Non è certo sola la Bouchet, con lei suo figlio ma anche tutta una vita da raccontare e tanto altro ancora da fare.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.