Paola Caruso in lacrime a Pomeriggio 5 per il piccolo Michelino e le mancanze di suo padre

Non è facile per Paola Caruso parlare del piccolo Michelino in tv. Sa bene che il bambino è amatissimo ma sa anche che quando sarà grande le farà delle domande sul suo papà e sul perchè non lo ha mai voluto. Non solo, il piccolo si chiederà anche il perchè delle tante cattiverie che il suo ex fidanzato ha detto nei mesi prima che lui nascesse. Se ne parla nella puntata di Pomeriggio 5 del 4 novembre 2019. La Caruso oggi è felice al fianco di un altro uomo e spera di dare una famiglia serena al piccolo Michelino. Ma non riesce a trattenere le lacrime parlando di questa storia.

PAOLA CARUSO IN LACRIME NELLA PUNTATA DI MATTINO 5

In studio anche Floriana Messina che è stata contattata dall’ex della Caruso. Paola commenta:  “Floriana ha fatto benissimo perché ha scritto a nome di tutte le donne. E’ una cosa inconcepibile quello che fa quest’uomo. Tratta le donne come oggetti”. Floriana si schiera dalla parte di Paola e commenta: E’ vergognoso quello che fa quest’uomo, non ha neanche riconosciuto suo figlio, sangue del suo sangue”.

Paola punta il dito contro il suo ex compagno: “Ha scritto anche ad Elena Morali, ma suo figlio? Grazie a Dio ci penso io, ma lui deve assumersi le sue responsabilità. La Caruso ricorda inoltre che il suo ex ha anche un altro figlio, che oggi ha 10 anni. Anche il suo primo bambino non è stato riconosciuto ma sia lei che la madre dell’altro figlio, hanno deciso di andare in tribunale. “Lui avrà due cause di riconoscimento: una con mio figlio e una con l’altro bambino che ha dieci anni” ha detto Paola.

La Caruso ribadisce: “io sono orgogliosa di aver fatto quello che ho fatto, ma non è facile. Lui non può fare il padre perché non può essere un esempio per mio figlio” . Non trattiene le lacrime perchè si rende conto che da grande Michelino leggerà tutte le cose che si sono dette e scritte su questa storia. La D’Urso la rincuora: “Si ricorderà di tutto il tuo amore, di quello che le sue due nonne gli hanno dato.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.