Cristina Parodi a Ferragosto senza trucco ma non tutti apprezzano le sue foto

Abito colorato, niente trucco e Cristina Parodi con un sorriso disarmante appare bellissima nel giorno di Ferragosto. Con più foto augura una buona giornata a tutti ma non tutti apprezzano il post della Parodi immaginando una gran giornata felice mentre Bergamo prova ancora tanto dolore e la paura del covid continua. Tanti i complimenti per la giornalista che pronta con un Negroni e dentice alla griglia sta trascorrendo la giornata che celebra l’estate con gli amici più cari. Sui social i follower non perdonano, prima contano le rughe di Cristina Parodi e poi passano all’attacco notando tutto ma soprattutto ricordando ciò che è accaduto pochi mesi fa. Cristina Parodi è la moglie di Giorgio Gori, il sindaco di Bergamo, per qualcuno mostrarsi mentre festeggia il ferragosto non è stato di buon gusto.

CRISTINA PARODI SEMZA FILTRI SU INSTAGRAM

Il filtro c’è o non c’è? In ogni caso la Parodi senza trucco mostra i suoi anni, per molti è perfetta mentre per altri è invecchiata in un attimo. Altri ancora notano che il pesce che stanno cucinando sulla griglia in realtà non è un dentice ma una spigola, seguono i commenti di chi trova ogni dettaglio possibile per commentare.

Ferragosto in Sardegna per l’ex conduttrice che saluta tutti e scrive: “Negroni di categoria e dentice alla griglia. E poi amici veri. Buon ferragosto a tutti”. Arriva subito un commento per niente gradevole: “E un bel brindisi alla vergogna no?? E una preghiera ai morti di Covid a BG? Quando qualcuno a fine febbraio diceva di uscire a festeggiare… Spero che ci sia un Dio a fare giustizia…dubito però in questa vita”. I follower si dividono, c’è chi difende la Parodi spiegando che lei non c’entra niente e chi si aggiunge all’attacco con parole ben più pesanti. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.