Cecilia Rodriguez soddisfatta del suo red carpet al Festival di Venezia: l’abito è piaciuto (Foto)

Cecilia Rodriguez bellissima nel suo abito scelto per il festival di Venezia non ha mostrato niente del momento che sta vivendo nella sua vita privata, professionista della passerella ha sfilato per il suo primo red carpet da single (foto). Nella sua vita non c’è più Ignazio Moser, ha accettato l’invito per la mostra del cinema di Venezia e sul tappeto rosso che tanto la spaventava è apparsa come una dea greca. Per Cecilia Rodriguez sono stati giorni di preparativi, vari i collaboratori che l’hanno resa perfetta e sicura prima nel suo arrivo in Laguna e poi sul red carpet di Venezia. Già il suo arrivo non era passato inosservato avvolta nel color caramello e con l’accessorio ben in vista, la borsetta che tutte vorrebbero. Poi da diva ha sfidato tutti e ha attirato l’attenzione dei fotografi presenti.

CECILIA RODRIGUEZ ALLA PREMIERE DI PADRENOSTRO

La sorella di Belen ha lasciato quasi tutti senza parole scegliendo un abito dorato in lurex firmato da Lucia Hoham. L’ampio spacco ha però ricordato a molti l’abito che la Rodriguez più famosa indossò al festival di Sanremo mostrando la farfallina. Ad altri non è piaciuto lo stile né il modo in cui ha sollevato la lunga gonna mostrandosi quasi un angelo in piazza San Marco. Qualcuno ha pensato fosse un abito più adatto al Carnevale Venezia. Gli altri hanno invece apprezzato la sua sensualità.

“Con questo scatto, vorrei ringraziare tutte le persone che hanno lavorato dietro per questa esperienza, non mi rimane altro che dirvi che sono fiera di tutto voi, della vostra professionalità, ma sopratutto del amore che mi dimostrate in ogni piccola cosa” è il modo con cui Chechu ha voluto ringraziare tutti mentre Belen l’ha sostenuta in ogni modo con commenti e videochiamate, orgogliosa della sua sorellina.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.