Alessandra Tripoli mostra le sue forme a una settimana dal parto (Foto)

A poco più di una settimana dal parto Alessandra Tripoli si sente meglio, mostra il suo ventre, la sua pancia dopo la nascita della figlia (foto). La ballerina aveva un gran pancione si sentiva davvero molto pesante e oggi già va molto meglio, superati i primissimi giorni la Tripoli ricomincia a vedere il suo corpo che piano piano torna in forma, come prima. Ogni donna ha i suoi tempi ma anche il proprio modo di tornare nella stessa taglia di quando ancora non era mamma. La gravidanza cambia per sempre alcune donne, per altre non è così, tutto è soggettivo e generalizzare è inutile. Alessandra Tripoli è una ballerina professionista ed è ovvio che voglia vedere il suo fisico come prima della gravidanza ma allo stesso tempo è saggia, realista, sa bene che ci vuole un po’ di tempo. 
tante volte abbiamo visto le mamme vip che in pochissimi giorni dopo il parto apparivano già perfette, fortunate loro ma quante volte si trattava di foto reali, foto non ritoccate? Il pancione di Alessandra Tripoli c’è ancora, andrà via un po’ alla volta ma già il suo fisico in pochi giorni la fa sentire meglio. 

ALESSANDRA TRIPOLI MAMMA FELICE CON LIAM TRA LE BRACCIA

La ballerina di Ballando le Stelle e il suo compagno, Luca Urso, si godono il loro piccolino, il dolcissimo Liam. Alessandra Tripoli confessa che si sente ancora sospesa, che sta provando emozioni che non avrebbe ancora immaginato, ancora non è tornata con i piedi a terra.

Il body positive è la parte più vera dei social, finalmente un po’ alla volta tante donne stanno capendo l’importanza di mostrare la verità

“Da quando è arrivato Liam mi sento ancora così… ancora sospesa, ancora tra le nuvole! Nessuno ti prepara a gestire un tale uragano di emozioni” scrive mostrando le foto con il pancione e poi nelle storie il ventre di oggi. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.