Gabriel Garko su Chi: “Il mio coming out mi ha solo migliorato la vita”

E’ stato difficile trovare la forza di andare in televisione davanti a milioni di italiani per rivelare quello che in ogni caso, lui stesso ha definito una sorta di segreto di pulcinella. Gabriel Garko lo ha fatto scegliendo di raccontare la sua storia al Grande Fratello VIP, raccogliendo approvazioni ma anche tanti consensi per la modalità. L’attore ha preferito esporsi in quel contesto, perchè ha creduto che fosse il migliore dei modi, probabilmente, e del resto solo lui poteva sapere come raccontare qualcosa della sua vita. Ha scelto di essere davanti a milioni di spettatori e di avere di fronte una amica speciale, una donna che per molto tempo ha finto di essere la sua fidanzata, Rosalinda Cannavò alias Adua del Vesco. Oggi, a sette mesi di distanza da quei momenti, raccontando alla rivista Chi che cosa prova, spiega come è cambiata la sua vita dopo il coming out: solo in meglio.

Gabriel Garko torna a parlare del suo coming out

L’attore ha poi voluto commentare alcune dichiarazioni fatte da Massimo Giletti a “Non è l’Arena” . Stando a quanto si legge sulla rivista Chi, il conduttore ha inserito il coming out di Garko al GFVip come avvenimento di un periodo non propriamente fortunato. In merito a questo commento, Gabriel ha dichiarato alla rivista di Alfonso Signorini: «Mi ha lasciato sgomento perché in un periodo come questo, dove si discute ogni giorno del ddl Zan contro l’omotransfobia, le parole fanno la differenza. Il mio coming out ha solo migliorato la mia vita. Il giorno dopo avevo paura a uscire di casa. Mi sentivo nudo. Invece sono stato accolto da un calore mai avvertito prima. C’è gente che ancora oggi mi ringrazia di averle dato la forza e il coraggio di replicare il mio percorso e altra che, da quel momento, mi apprezza ancora di più».

Nelle prime interviste rilasciate dopo il coming out, Gabriel aveva manifestato una certa preoccupazione per la sua carriera ma aveva anche detto che i timori riguardavano soprattutto il passato. E infatti oggi le cose sembrano essere diverse nel mondo del cinema e della tv. In merito a questo Garko ha commentato: «Sto vagliando diverse proposte e a breve inizieranno le riprese di un film dove reciterò assieme a Nicolas Cage, Eric Roberts e John Malkovich. I cliché che un attore omosessuale smetta di lavorare non hanno più motivo di esistere».

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.