Ambra Angiolini: “In famiglia siamo tutti vaccinati ma mi hanno augurato la morte”

Ambra Angiolini sa bene quanto è importante vaccinarsi, lei si è vaccinata dopo avere avuto il covid ma è stata ricoperta di insulti. Le hanno augurato la morte e lo racconta a La Repubblica mentre inizia una nuova avventura in Radio. E’ tra i testimonial del vaccino, spiega che tutta la sua famiglia si è vaccinata, anche Massimiliano Allegri. Ambra Angiolini ricorda che sia lei che sua figlia Jolanda hanno avuto il covid, che è stata male anche dopo. Non è bastato a qualcuno per comprendere le sue parole. L’attrice ha ricevuto insulti feroci, le hanno augurato la morte ma continua a sperare che tutti capiscano l’importanza di vaccinarsi.

Ambra Angiolini: “La radio mi ha salvato la vita”

Possiamo seguirla nel programma Le mattine di Radio Capital dalle 11. La Angiolini confessa che la radio le ha salvato la vita. Era in un periodo difficile, in tv nessuna la chiamava ma le proposero di lavorare a Radio 2. “Si è acceso il cervello. Mi ha salvato la testa, mi sono sentita libera, ho lavorato sui testi. L’idea di migliorare e essere credibile è stato importante. Poi la radio mi ha tolto “la facciona”, la faccia sparisce. La radio ti regala il tempo di far funzionare le cose, è il trionfo della body neutrality, ti viene richiesto quello che non vediamo. Dalla voce puoi capire se una persona sta bene o sta male, ascoltare e sentire sono due verbi che hanno a che fare con la bellezza”.

E’ però Ferzan Ozpetek che ha visto in lei altro ed è grazie a lui che Ambra Angiolini ha vinto il David di Donatello come miglior attrice non protagonista: “Gli altri mi hanno chiesto di fare l’attrice, lui ha capito che stavo fingendo per resistere e vivere. Dove mi aveva portato lui potevo non farlo: ero io. Per la gente ho interpretato un ruolo bene o male, per lui ho vissuto”.  

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.