Silvia Toffanin e il successo in tv: “Se non avessi incontrato Piersilvio, non sarei qui”

Se c’è una cosa che ama Silvia Toffanin è la sincerità e nelle rare interviste che concede, non si tira mai indietro, come è successo anche questa volta. Intervistata da Giuseppe Candela in esclusiva per FQMagazine, la conduttrice di Verissimo, ha fatto un tutto nel passato ricordando i suoi esordi, i suoi primi lavori, ma ha parlato anche del presente, del suo legame con Piersilvio Berlusconi e dell’amore per la sua famiglia. Come dicevamo non si nasconde Silvia, che di strada ne ha fatta da quando sbagliò lo stacchetto nella sua prima puntata di Passaparola. Da letterina a padrona di casa di uno dei programmi più visti e meglio riusciti di Canale 5. Con tanta umiltà e studio. Fino a qualche anno fa del resto, se ci aveste chiesto se la Toffanin meritava quel posto, vi avremmo detto di no. Ma la conduttrice si è migliorata, ha studiato, è stata capace di cucirsi addosso un programma che adesso le calza a pennello e di arrivare al pubblico anche con una grande empatia, cosa che non è da tutti. Certo non può non ammettere che forse, se non fosse stata la compagna di Berlusconi, oggi quel posto non sarebbe suo. Ed è per questo che vi parlavamo di sincerità. Perchè basta poco per essere una persona sincera ed evitare quindi il cattivo giudizio di chi si diverte sempre a puntare il dito.

Silvia Toffanin in tv: il successo anche merito di Berlusconi

Questo amore mediaticamente l’ha più aiutata o danneggiata? le ha chiesto il giornalista di FQMagazine e la conduttrice di Canale 5 ha risposto senza pensarci troppo: “Assolutamente più aiutata, ci mancherebbe altro e probabilmente, al 99,9%, se non avessi incontrato Pier Silvio non sarei qui a fare televisione.” E a proposito del famoso pregiudizio spiega: “All’inizio sì, un po’ sì. Non sono una che ci sta male, è parte del gioco ma devo dire che ora non lo percepisco più. Sono passati vent’anni.”

Oggi in molti la chiamano anche Piersilvia ma in realtà anche in casa c’è questo piccolo equivoco. E’ sua figlia Sofia Valentina ad aver inaugurato questa tradizione: “Era convinta che, visto che suo padre si chiama Pier Silvio, che la mamma si chiamasse Piersilvia. Ovviamente ci ridiamo insieme.”

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.