Maria De Filippi e il figlio Gabriele, un legame fortissimo ma il giorno prima di conoscerlo era terrorizzata (Foto)

In un'intervista Maria De Filippi racconta delle sue paure quando ha conosciuto suo figlio Gabriele e del loro legame oggi (foto)
De Filippi e gabriele

Al Fatto Quotidiano Maria De Filippi ha raccontato un po’ di se stessa che nel 2002 è diventata la mamma di Gabriele (foto). Un figlio desiderato tantissimo ma come tutte le madri il giorno prima di incontrarlo c’era la gioia ma anche il terrore di non essere in grado di badare lui, di amarlo, di crescerlo. Che sia un figlio portato in grembo o adottato non ha nessuna importanza, la paura è la stessa, forse di più quando in casa abbracci per la prima volta un bambino che ha già vissuto una parte della sua vita. Una decisione ovviamente presa con Maurizio Costanzo ma anche un percorso che confida lungo e con ostacoli, soprattutto quelli vissuti in prima persona. Maria De Filippi ricorda che la prima volta che ha visto la foto di suo figlio ha pensato a cosa avrebbe fatto se non fosse stata capace di fare la madre.

MARIA DE FILIPPI E LA PAURA DI ESSERE MADRE

“Non si nasce madri, si impara e con il tempo si cresce insieme” e così è stato per Maria e Gabriele che poi, racconta, sono cresciuti insieme anche professionalmente. La De Filippi ha un po’ “rubato” il mestiere a Costanza ed era inevitabile che il loro Gabriele entrasse un po’ in quel mondo. Il figlio infatti da qualche anno lavora con la conduttrice ma anche in questo caso è più mamma che superiore: “Ogni tanto mi arrabbio quando non è puntuale. Non lo riprendo io ma ci sono persone deputate a farlo. Quando non si svegliava al mattino per andare al lavoro lo svegliavo, adesso non lo sveglio più perché è giusto che prenda un cazziatone”.

A suo marito deve tanto e non solo l’amore, è osservando lui che ha imparato tanto ma è solo buttandosi così tanto nel lavoro che il loro matrimonio è ancora in piedi e dura da lungo tempo: “A un certo punto ho iniziato a lavorare come lui perché era l’unico modo per stare con lui, lo guardavo e pian piano ho imparato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.