Bobo Vieri e il terribile scherzo fatto a Costanza Caracciolo (Foto)

Nuova tendenza sui social è quella di fare gli scherzi, anche Bobo Vieri non ha resistito e Costanza Caracciolo è stata ovviamente la sua vittima (foto). Tutto resta in famiglia per tutti, gli scherzi si fanno alle persone care, altrimenti il rischio di offendersi o litigare è davvero alto. Dopo Tomaso Trussardi che ha fatto spaventare Michelle Hunziker riprendendo tutto è stato il turno di Bobo Vieri e della sua bellissima moglie. “Facciamo spaventare Cocò” ha annunciato Christina Vieri tra le storie Instagram, armato di telefonino, nel silenzio della casa si è diretto verso la stanza in cui Costanza Caracciolo si era chiusa per non disturbare e non essere disturbata. Cocò stava piegando abiti e abitini, sistemando un po’ di cose in piena tranquillità e silenzio.

LO SCHERZO DI VIERI A COSTANZA CARACCIOLO

L’ex calciatore ha aperto piano piano la porta senza far rumore, Costanza era di spalle ed è bastato un urlo del marito per farla sobbalzare. Il suo volto ha detto tutto, il terrore è durato un attimo, subito dopo sono arrivate le risate. A Vieri il suo scherzo è piaciuto tantissimo ma non è il primo che fa a sua moglie.


Anche Michelle Hunziker è ormai rassegnata, Tomaso Trussardi si diverte così. L’estate sta per finire, le scuole stanno per riaprire e si torna tutti un po’ alla volta al lavoro. C’è un po’ di malinconia ma anche un po’ di paura e si combatte così, anche con uno scherzo. Quale sarà la prossima coppia vip pronta allo scherzo? 

Intanto, alle 11:52 i Vieri oggi erano già a tavola pronti per il pranzo, un bel risotto. “Come i bimbi” ha risposto la Caracciolo a suo marito spaventato dai loro nuovi orari. Un attimo dopo, nemmeno il tempo di finire la storia su Instagram la piccola Isabel si è svegliata piangendo.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.